Stress: se cronico può favorire infarto e ictus

Stress: se cronico può favorire infarto e ictus

Un gruppo di ricercatori di Boston ha svelato il meccanismo che collega stress cronico e malattie cardiovascolari.

Lo stress cronico fa male al cuore, una nozione acquisita nella comunità scientifica internazionale. Qual è però il meccanismo esatto che lo collega alle malattie cardiovascolari? Alcuni ricercatori della Harvard Medical School di Boston affermano di essere riusciti a svelarlo.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Medicine, ha dimostrato che eventi come ictus o infarto del miocardio sono direttamente collegati a causa di una produzione eccessiva di globuli bianchi, il cui obiettivo è combattere le infezioni e accelerare la guarigione del corpo.

Lo studio del Massachusetts General Hospital e dell’Harvard Medical School di Boston ha analizzato 29 colleghi medici sottoposti a una dose elevata di stress quotidiano a causa del loro lavoro nel reparto di terapia intensiva.

Oltre ai questionari compilati dai soggetti, i ricercatori hanno analizzato campioni di sangue prima, durante e dopo i turni, per chiarirne le specificità: i risultati hanno evidenziato una sovrapproduzione di globuli bianchi, o leucociti, causata dall’attivazione delle cellule staminali del midollo osseo. La sovrapproduzione di cellule che si ammassano nelle arterie può quindi limitare l’afflusso di sangue e favorire la creazione di coaguli.

In una seconda fase della ricerca, gli scienziati si sono concentrati su un gruppo di topi inclini all’aterosclerosi, che sono stati esposti a situazioni di stress, per indagarne le conseguenze.

Secondo i dati, nei topi predisposti, l’aumento dei globuli bianchi provoca infiammazione e l’insorgenza di placche aterosclerotiche: lesioni simili a quelle che, negli esseri umani, possono causare attacchi di cuore. Matthias Nahrendorf, ricercatorie presso dell’Harvard Medical School e coautore dello studio, ha spiegato:

I globuli bianchi sono importanti per combattere le infezioni e favorire la guarigione, ma se ne abbiamo troppi, o nel posto sbagliato, possono essere dannosi: rilasciano enzimi che ammorbidiscono il tessuto connettivo e portano alla rottura della placca. Questa è la tipica causa di infarto del miocardio e di ictus.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Alla scoperta del Monte Amiata