Obsolescenza Programmata

L’obsolescenza programmata (o obsolescenza pianificata) consiste nella commercializzazione, da parte dei brand, di prodotti le cui componenti sono appositamente studiate per avere una durata prefissata.
Questa pratica, diffusa soprattutto nel campo dell’elettronica, è volta a limitare il ciclo di vita dei dispositivi o degli elettrodomestici, in modo tale da spingere il consumatore all’acquisto di un modello più recente.
I nuovi apparecchi risultano, tuttavia, solo apparentemente più funzionali e non offrono, in realtà, un reale valore aggiunto rispetto alla versione precedente.
L’obsolescenza percepita o simbolica, invece, si ha nel caso in cui la strategia svalutazione di un prodotto venga condotta unicamente mediante persuasione pubblicitaria.

Cos’è l’Obsolescenza Programmata

Fonte immagine: Pixabay

Cos’è l’Obsolescenza Programmata
Obsolescenza Programmata

Cos’è l’Obsolescenza Programmata

L’Obsolescenza Programmata è un fenomeno di cui sempre più si parla nelle cronache attuali, cos’è e quali prodotti interessa.

Obsolescenza programmata: Bimby, lamentele su guasti e ricambi costosi
Obsolescenza Programmata

Obsolescenza programmata: Bimby, lamentele su guasti e ricambi costosi

Tante lamentele in Francia circa guasti eccessivi del Bimby e costi di riparazione a proprio carico: ecco le segnalazioni.

Obsolescenza programmata: Apple e Epson nel mirino in Francia
Obsolescenza Programmata

Obsolescenza programmata: Apple e Epson nel mirino in Francia

Apple ed Epson finiscono sotto accusa in Francia per obsolescenza programmata rispettivamente dei vecchi modelli di iPhone e delle cartucce per stampanti.