• GreenStyle
  • Consumi
  • Stop ai pannolini negli inceneritori: Costa firma il decreto End of Waste

Stop ai pannolini negli inceneritori: Costa firma il decreto End of Waste

Stop ai pannolini negli inceneritori: Costa firma il decreto End of Waste

Fonte immagine: iStock

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha firmato un decreto End of Waste per regolamentare il riciclo dei pannolini, che non andranno più inceneriti.

Stop ai pannolini bruciati negli inceneritori o smaltiti in discarica. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato ieri il decreto “End of Waste“, con l’obiettivo di ridefinire lo smaltimento di oltre 900 mila tonnellate di rifiuti all’anno. Con il testo verrà ridefinito più in generale il riciclo dei PAP, ovvero la categoria di prodotti assorbenti per la persona.

Il decreto End of Waste permetterà il riciclo dei pannolini, ha spiegato il ministro Costa, ma anche di creare molti posti di lavoro riducendo al contempo il volume di rifiuti non riciclabili. Come riportato sul sito del Ministero dell’Ambiente:

Un giorno importante e un passaggio epocale per l’economia circolare. Oggi ho firmato il decreto con cui può finalmente decollare un’industria tutta italiana che coniuga il riciclaggio e la conseguente riduzione del problema dello smaltimento dei rifiuti con la creazione di tantissimi posti di lavoro.

A seguire arriveranno anche altri decreti “End of Waste”, che dovranno tuttavia rispettare alcuni iter istituzionali (inclusa la valutazione da parte della Commissione UE). Si tratterà di normative che regolamenteranno il recupero di: carta e cartone, plastiche miste, pneumatici e rifiuti da costruzione e demolizione. Come ha dichiarato in conclusione il ministro Costa:

Questi sono i sì che ci piacciono. Questi sono i passi giusti per un futuro sostenibile e un’economia circolare che coniughi posti di lavoro e tutela ambientale dando piena realizzazione alla gerarchia dei rifiuti come fissata dall’Unione Europea.

Fonte: Ministro dell'Ambiente

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dieci anni di Ecodom: intervista a Marco Gisotti