Stitichezza nel cane: sintomi, cause e cura

Stitichezza nel cane: sintomi, cause e cura

Fonte immagine: Pixabay

La stitichezza è una problematica comune tra i cani e, in particolare, tra quelli più anziani: riconoscere i sintomi è fondamentale per la sua salute.

La stitichezza è una problematica che può colpire il cane di affezione, creando una serie di disagi fisici legati alla difficoltà di eliminazione delle feci, con relativo dolore e gonfiore addominale. I soggetti più esposti sono i quadrupedi anziani, maggiormente predisposti a problematiche di salute che possono favorire la stitichezza, ma la condizione può colpire qualsiasi quadrupede senza nessuna distinzione di razza o sesso. Per il suo benessere è importante monitorare la problematica cercando di intercettare e comprendere i sintomi più comuni, così da identificare le cause per intervenire in modo positivo e risolutivo. La routine legata ai bisogni fisiologici è importante per la salute del nostro amico: vediamo insieme quali sono le soluzioni migliori per agevolarla.

Stitichezza, i sintomi

Occhi cane

I sintomi della stitichezza sono noti: ad esempio, il cane non riesce a evacuare le feci da più di due giorni oppure le stesse si presentano dure, scure e in piccoli quantitativi quasi nulli. Il quadrupede di sforza nell’atto di rilasciare i bisogni fisiologici ma senza risultato, provando al contempo dolore e pressione addominale. Può apparire stanco, spossato, potrebbe perdere l’appetito o rigettare il cibo fino a calare di peso ed energia. La stitichezza potrebbe presentarsi anche attraverso l’espulsione di feci con sangue e infezione, una situazione da comunicare al veterinario con urgenza.

Le cause principali

Le cause principali che possono causare la stitichezza sono diverse: una dieta sbagliata magari preparata con alimenti non adatti al consumo canino, oppure troppo o poco ricca di fibre. Il poco movimento può favorire la condizione come l’ingestione di oggetti non adatti allo stomaco del cane quali sassi, legni, terra, piante e molto altro, e che possono favorire l’ostruzione intestinale. La stitichezza può derivare da problematiche fisiche gravi come patologie tumorali o masse all’ano, ma anche dall’ostruzione delle ghiandole anali, quindi dalla presenza di traumi ortopedici, problemi neurologici e da una scarsa idratazione.

Soluzioni e cure

Cane

Se la condizione persiste è bene consultare il veterinario che potrà consigliare il rimedio più adatto, prescrivendo medicinali e lassativi, se necessario, oppure suggerendo alcune modifiche alla routine quotidiana. Un esempio è l’utilizzo di alimenti ricchi di fibre necessari per favorire la pulizia del tratto intestinale e del colon, quindi un aumento del consumo dell’acqua e delle passeggiate in esterna. In alcuni casi potrà suggerire l’assunzione di integratori e prodotti naturali che potranno migliorare la salute dell’amico, liberandolo dal disagio e recuperando l’energia persa. Il medico potrà prescrivere anche una serie di esami specifici, quali ecografie, analisi del sangue ed esame rettale, in particolare se la situazione perdura da troppo tempo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!