• GreenStyle
  • Salute
  • Sport agonistico: si può praticare facendo una dieta vegana?

Sport agonistico: si può praticare facendo una dieta vegana?

Sport agonistico: si può praticare facendo una dieta vegana?

Fonte immagine: Istock

Sempre più professionisti dello sport agonistico scelgono una dieta vegana per restare in forma scegliendo di preservare i loro valori etici; ma fa bene?

Leonardo Di Caprio, Joaquin Phoenix: tra le star non serve cercare molto per trovare chi pratica una dieta 100% vegana; la vera sorpresa è che anche tra chi pratica sport a livello agonistico di puristi ce ne sono parecchi: Carl Lewis, con i suoi piedi veloci, le regine del tennis Venus e Serena Williams, ma anche Marco Bergamasco, ex star della nazionale italiana di rugby e la ciclista italiana Antonella Bellutti, due volte campionessa olimpica. Il vegan, insomma, piace proprio a tutti. Nel 2020, però, c’è ancora chi storce il naso, sostenendo che per chi pratica sport potrebbe essere fisicamente troppo impegnativo.

Sport Agonistico: l’opinione dei nutrizionisti

Alcuni nutrizionisti, però, intervistati dal Corriere della Sera, hanno dimostrato che “vegano si può”, anche nello sport: “Una dieta ottimale è quella costruita secondo le nostre raccomandazioni: consumo quotidiano e variato di tutti i cibi dei cinque gruppi vegetali (cereali, legumi, verdura, frutta, frutta a guscio e semi). Anche chi sceglie un’alimentazione latto-ovo-vegetariana, segue questi criteri perché il regime nutrizionale è basato su cibi vegetali e il consumo di latticini e uova è minimo”.

Gli esperti sostengono che maggiori sono le calorie necessarie, maggiore sarà la quantità di cibo e maggiore il contenuto in nutrienti. Non vi sono problemi a garantire, a partire dalla dieta, proteine, ferro, calcio, zinco, vitamine del gruppo B, forniti dalla varietà dei cibi consumati. Una dieta vegan contiene molte proteine, specie quella degli sportivi, proprio perché dovendo assumere più calorie, consumano più cibo e quindi più proteine.

Fondamentali, infine, gli omega 3, soprattutto per chi pratica sport agonistico: «I vegetali sono un’ottima fonte di acidi grassi Omega 3 e sono utilizzabili in parecchi piatti (purché usati a freddo). Penso alle noci, ai semi di lino e di chia macinati e all’olio di semi di lino. Due porzioni al giorno soddisfano i fabbisogni e una porzione corrisponde per esempio 30 grammi di noci».

 

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: undicesima lezione