Spighe Verdi 2020: in aumento Comuni rurali virtuosi in Italia

Spighe Verdi 2020: in aumento Comuni rurali virtuosi in Italia

Assegnate da FEE Italia e ConfAgricoltura le Spighe Verdi 2020 a 46 Comuni italiani: quattro in più del 2019, in testa Marche e Toscana.

Assegnate le Spighe Verdi 2020 per i Comuni rurali più virtuosi e sostenibili. Ad annunciare i riconoscimenti FEE Italia e ConfAgricoltura, che sottolineano come nell’edizione di quest’anno le località insignite del titolo sono state quattro in più rispetto a quelle premiate nel 2019.

I 46 Comuni sostenibili premiati con le Spighe Verdi 2020 sono situati in 13 Regioni. A vantare il maggior numero di riconoscimenti sono Marche e Toscana, ciascuna con 6 località premiate. Rientrano nell’area marchigiana Esanatoglia, Grottammare, Matelica, Mondolfo, Montecassiano e Numana, mentre le toscane sono Bibbona, Castagneto Carducci, Castellina in Chianti, Fiesole, Massa Marittima e Castiglione della Pescaia. Subito dietro le prime della classe si trovano, con 5 riconoscimenti:

  • Campania (Agropoli, Ascea, Massa Lubrense, Positano, Pisciotta);
  • Lazio (Canale Monterano, Gaeta, Pontinia, Rivodutri, Roccagorga);
  • Piemonte (Canelli, Monforte d’Alba, Pralormo, Santo Stefano Belbo e Volpedo);
  • Puglia (Andria, Bisceglie, Castellaneta, Carovigno, Ostuni).

Tre località situate in Abruzzo (Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Tortoreto), Calabria (Santa Maria del Cedro, Sellia, Trebisacce), Veneto (Caorle, Montagnana, Porto Tolle). Due per l’Umbria (Montefalco e Todi), un riconoscimento ciascuna per Liguria (Lavagna), Lombardia (Sant’Alessio con Vialone) e Sicilia (Ragusa).

Spighe Verdi 2020, le new entry

Otto le “new entry” di quest’anno, mentre quattro località hanno perso il titolo precedentemente guadagnato. I nuovi ingressi sono rappresentati da Bisceglie (Puglia), Monforte d’Alba (Piemonte), Rivodutri (Lazio), Roccagorga (Lazio), Santa Maria del Cedro (Calabria), Sant’Alessio con Vialone (Lombardia), Sellia (Calabria) e Todi (Umbria). Ha dichiarato Claudio Mazza, presidente della FEE Italia:

Anche quest’anno il trend si conferma positivo, sono 46 i Comuni che hanno ottenuto le Spighe Verdi, rispetto ai 42 dell’anno precedente. Una crescita che evidenzia la sempre maggiore attenzione che i Comuni rurali pongono alla gestione del territorio in chiave sostenibile. La fedeltà alla propria identità locale, alla propria ruralità, insieme alla capacità di innovarsi e guardare al futuro, rappresenta senza dubbio un punto di forza dei Comuni Spighe Verdi.

Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura:

Le realtà virtuose delle aree rurali italiane premiate oggi con Spighe Verdi sono un riconoscimento importante per il nostro Paese che contribuisce anche a rafforzare l’immagine e la visibilità dell’agricoltura. La pluriennale collaborazione con Fee Italia e le numerose adesioni hanno confermato che il rilancio dell’economia nazionale. Soprattutto in questa fase di ripartenza, passa proprio attraverso i Comuni e i piccoli borghi, un vero patrimonio italiano, nel quale le attività agricole sono centrali.

Fonte: Adnkronos

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle