Sostenibilità: i veri paladini dell’ambiente sono i giovanissimi

Sostenibilità: i veri paladini dell’ambiente sono i giovanissimi

Fonte immagine: Pixabay

Bambini e ragazzi giovanissimi scendono in campo per l'ambiente, veri paladini di uno stile di vita green che tirano le orecchie al mondo adulto.

Una volta c’erano le Giovani Marmotte mentre ora i ragazzi sono pronti a occuparsi dei grandi temi che preoccupano la salute del nostro Pianeta. Sono giovani, alcuni giovanissimi, i volti dei veri paladini dell’ambiente pronti a scendere in campo per tirare le orecchie al mondo adulto che ha poco rispetto per la natura e il mondo in cui viviamo. Nelle ultime settimane in molti abbiamo imparato a conoscere il volto e il piglio di Greta Thunberg, il suo discorso durante il Cop24 in Polonia è diventato virale e condiviso da milioni di persone.

L’inglese Nadia Sparkes, 13 enne, parte un’ora prima da casa per andare a scuola (rigorosamente in bici) e nel tragitto si ferma per raccogliere ogni rifiuto gettato a terra. Ha subito bullismo da parte dei suoi compagni di classe che la schernivano come “ragazza spazzatura”, ma oggi è a capo di un gruppo di ambientalisti e ambasciatrice del WWF.

Ha 13 anni anche José Adolfo Quisocala, che in Perù ha fondato la Banca dell’Estudiante. La sua banca ha come moneta corrente i rifiuti riciclabili: i piccoli fra i 10 e i 18 anni raccolgono bottiglie di plastica e altro materiale e alla consegna in cambio vengono versati soldi sui loro conti correnti da usare per l’istruzione futura. Quando aveva 9 anni il tedesco Felix Finkbeiner ha iniziato un programma per contribuire a piantare alberi in tutto il mondo. Oggi ha 21 anni ed è a capo del movimento Plant for the Planet e dice:

Adesso puntiamo a piantarne 1000 miliardi. Sono convinto che entro il 2020 possiamo riuscirci. Se ognuno di noi ne piantasse uno al giorno grazie all’assorbimento di CO2 si aiuterebbe il Pianeta contro il global warming. Lo stiamo chiedendo ai cittadini, alle multinazionali, ma soprattutto lo insegniamo ai bambini: è da lì che parte la rivoluzione.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Annalisa Corrado