• GreenStyle
  • Auto
  • Sora: bus a idrogeno Toyota per le Olimpiadi di Tokyo 2020

Sora: bus a idrogeno Toyota per le Olimpiadi di Tokyo 2020

Sora: bus a idrogeno Toyota per le Olimpiadi di Tokyo 2020

Fonte immagine: Toyota

Si chiama Toyota Sora ed è il primo bus a idrogeno che sbarca in Giappone, il primo di tanti modelli che circoleranno nel 2020 a Tokyo.

Toyota annuncia l’avvio sul mercato giapponese di Sora, il primo bus a idrogeno che costituirà la flotta ecologica dei Giochi olimpici e paraolimpici di Tokyo 2020. Unisce la tecnologie delle celle a combustibile con quella dei veicoli ibridi elettrici e può essere trasformato in una mini centrale mobile.

La nota casa produttrice ha annunciato di aver ricevuto la certificazione in Giappone e di aver firmato le prime vendite, con l’autobus a idrogeno che sarà prodotto in serie e che in vista di Tokyo 2020 circolerà nella capitale nipponica in oltre un centinaio di modelli.

Alimentato da due motori elettrici asincroni, ciascuno in grado di erogare 154 Cv di potenza e 335 Nm di coppia massima, l’innovativo mezzo di trasporto ecologico ha a bordo un serbatoio per l’idrogeno da 600 litri, una batteria in nichel-metallo idruro e due pile ad elettrolita polimerico solido.

Con l’obiettivo di portare la mobilità a idrogeno sulle strade della capitale giapponese, il bus a idrogeno può essere trasformato in una mini centrale mobile in caso di emergenza, fornendo fino a 235 kWh di elettricità con 9 kW di potenza massima, grazie a un dispositivo esterno di potenza ad alta capacità. Come riferito da Toyota in un comunicato:

L’anno scorso la Toyota ha lanciato l’iniziativa globale “Start Your Impossible” per trasformarsi da azienda automobilistica ad azienda di servizi di mobilità. Ciò è stato guidato dal desiderio di contribuire al miglioramento e alla valorizzazione della vita dei clienti e della società nel suo complesso attraverso il sostegno alla creazione di una realtà più inclusiva e sostenibile in cui tutti si sentano ispirati a sfidare il proprio “impossibile”.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

EICMA 2018: intervista a Michael Castellano – NIU