Smog problema strutturale, auto elettriche la cura secondo Share’ngo

Smog problema strutturale, auto elettriche la cura secondo Share’ngo

Contro lo smog la soluzione potrebbero essere le auto elettriche e la mobilità sostenibile, ecco le soluzioni proposte da Share'ngo.

Contro il problema dello smog la risposta è nelle auto elettriche. Questo è quanto affermato dall’amministratore delegato di Share’ngo Emiliano Niccolai, che ha inoltre ricordato come l’inquinamento atmosferico rappresenti ancora la causa di morte prematura per oltre 500 mila cittadini europei. Anche i costi sarebbero piuttosto elevati, con particolato fine, biossido di azoto e altri inquinanti che inciderebbero sul bilancio generale con costi compresi tra il 2 e il 6% del PIL.

Proprio per contrastare lo smog Share’ngo annuncia l’arrivo entro metà novembre di circa 500 nuove auto elettriche, che andranno a rinforzare le flotte di Milano, Roma e Firenze.

Le prime 50 “zero emission” sono attese nel capoluogo lombardo entro fine ottobre mentre le successive 150 entro 3 settimane; attese nella Capitale 200 vetture mentre 50 raggiungeranno il territorio fiorentino. Come ha dichiarato l’amministratore delegato di Share’ngo Emiliano Niccolai:

Bisogna agire subito. In Italia, in particolare nelle grandi città, c’è un’emergenza inquinamento che è diventata un problema strutturale. Non servono palliativi, ma un’azione concertata e efficace sulle cause che sono note: l’inquinamento da motori termici. Ma si può intervenire subito. Share’ngo sta facendo la sua parte con investimenti importanti che porteranno la flotta nelle principali città italiane dove siamo presenti – Roma, Milano, Firenze e Modena – dalle attuali 1.500 auto a 2.000 e a collaborare con le istituzioni per soluzioni intermodali sperimentali con ferrovie e metropolitane. La soluzione all’emergenza c’è ed è già disponibile per le amministrazioni che vorranno con coraggio e determinazione perseguirla.

Seguici anche sui canali social