• GreenStyle
  • Salute
  • Smog: ogni anno 4 milioni di bambini contraggono l’asma per il biossido di azoto

Smog: ogni anno 4 milioni di bambini contraggono l’asma per il biossido di azoto

Smog: ogni anno 4 milioni di bambini contraggono l’asma per il biossido di azoto

Fonte immagine: iStock

L'esposizione al biossido di azoto fa ammalare di asma ogni anno 4 milioni di bambini in tutto il mondo.

Quattro milioni di bambini in tutto il mondo contraggono l’asma ogni anno a causa dell’inquinamento prodotto dal traffico stradale. Tra le principali minacce che compongono lo smog troviamo il biossido di azoto (NO2), in gran parte generato dalla combustione delle auto diesel.

Secondo uno studio inglese pubblicato su “The Lancet Planetary Health”, l’esposizione a NO2 ogni anno provoca circa 38 mila nuovi casi di asma nel Regno Unito e 240 mila negli Stati Uniti. In Italia 110 bambini su 100 mila si ammalano ogni anno di asma, per un  totale di 12 mila l’anno.

In questa preoccupante classifica, troviamo al primo posto il Kuwait, dove il tasso di incidenza è il più alto di tutto il mondo: 550 bambini su 100 mila ogni anno sviluppano la malattia per via del biossido di azoto. Al secondo posto gli Emirati Arabi (460 su 100 mila), seguono Canada (450 sul 100 mila), Taiwan (420 su 100 mila) e Bahrain (410 su 110 mila).

La dottoressa Samantha Walker, di Asthma UK, ha dichiarato:

L’aria inquinata è una grave minaccia per la salute pubblica, che colpisce circa mezzo milione di bambini con asma nel Regno Unito. Questo studio è preoccupante, e conferma che i bambini che respirano aria tossica dai fumi del traffico rischiano problemi legati allo sviluppo dei polmoni e hanno buone probabilità di contrarre l’asma.

I casi di asma infantile sono aumentati costantemente dagli anni ’50, diventando la malattia più comune tra i bambini di tutto il mondo. I ricercatori hanno utilizzato dati globali sulla concentrazione di biossido di azoto e l’incidenza dell’asma per stimare il numero di nuovi casi che potrebbero essere correlati all’inquinamento del traffico.

L’asma colpisce persone di tutte le età e spesso inizia durante il periodo dell’infanzia. I sintomi possono anche scomparire nel tempo, ma c’è il rischio che ricompaiano in età adulta. Solo nel Regno Unito lo scorso anno ci sono stati più di 77 mila ricoveri ospedalieri per asma, malattia che ha provocato il decesso di 1.500 persone.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Alfonso Pecoraro Scanio