• GreenStyle
  • Salute
  • Smartphone dannoso se utilizzato prima di dormire, ecco perché

Smartphone dannoso se utilizzato prima di dormire, ecco perché

Smartphone dannoso se utilizzato prima di dormire, ecco perché

Fonte immagine: Foto di Pexels da Pixabay

Utilizzare troppo lo smartphone, anche a ridosso dell'addormentarsi, produce effetti negativi per il riposo notturno secondo uno studio olandese.

Utilizzare lo smartphone fino a poco prima di dormire danneggia il sonno. A rischio sono soprattutto i più giovani secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’UMC di Amsterdam, secondo i quali per bambini e ragazzi vi sarebbero conseguenze importanti per il riposo notturno. Non soltanto in termini di riduzione della durata, ma anche per quanto riguarda la qualità e gli effetti positivi per l’organismo.

Come dichiarato dagli esperti olandesi i giovani in media utilizzano lo smartphone in maniera intensiva, con almeno 4 ore trascorse a “contatto oculare diretto” con lo schermo del dispositivo. Questo li conduce a ritardare l’orario del sonno di almeno mezz’ora rispetto ai coetanei che si limitano a un’ora giornaliera di utilizzo. A questo si aggiungerebbero pause piuttosto lunghe dalla fase REM. Come ha spiegato il dott. Dirk Jan Stenvers, dipartimento di Endocrinologia e Metabolismo presso l’UMC di Amsterdam, basterebbe poco per disintossicarsi e ridurre gli effetti nocivi:

Noi mostriamo, molto semplicemente, che questi disturbi del sonno possono essere facilmente invertiti riducendo al minimo l’uso dello schermo la sera. Sulla base dei nostri dati, è probabile che i disturbi del sonno degli adolescenti e l’insorgenza ritardata del sonno siano almeno in parte provocati dalla luce blu degli schermi.

All’origine dello studio una collaborazione tra l’UMC e l’Istituto nazionale olandese per la salute pubblica e l’ambiente, presentato all’incontro annuale della Società Europea di Endocrinologia, svoltosi a Lione (Francia). Una ricerca interessante, secondo quanto ha dichiarato Kevin McConway, professore emerito di Statistica applicata presso l’Open University, ma che si presta a qualche dubbio di troppo in relazione alla metodologia utilizzata (incluso il numero esiguo, 25 di adolescenti monitorati):

A prima vista, questa nuova ricerca sembra aver trovato qualcosa di interessante, ma ci sono diversi motivi per cui non la ritengo del tutto attendibile. Le differenze nei modelli di sonno tra gli utenti che frequentemente si addormentano con lo schermo acceso e quelli ai quali accade raramente possono essere causati da modalità differenti di utilizzare lo smartphone o potrebbero non avere nulla a che fare con quello. Ci sono molti altri potenziali motivi che potrebbero giustificate i miglioramenti nel sonno quando gli utenti sottoposti allo studio non usavano smartphone o tablet per una settimana.

Fonte: AGI

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Antimuffa naturale fai da te