Smart grid, Isernia ospiterà il progetto pilota di Enel

Smart grid, Isernia ospiterà il progetto pilota di Enel

Al via in Molise la realizzazione della prima rete energetica “intelligente” italiana: permetterà di monitorare i consumi, individuare i guasti e variare la direzione dei flussi

Una “rete intelligente” per la distribuzione dell’energia, in grado di prevedere la produzione di elettricità da fonti rinnovabili, regolarne i flussi, monitorare i consumi in tempo reale e verificare l’assenza di guasti. La realizzerà l’Enel nella zona di Isernia, nell’ambito di un progetto pilota sulle smart grid.

Lo ha annunciato l’azienda stessa, precisando che la nuova infrastruttura permetterà di “regolare in modo ottimale il flusso bidirezionale di energia elettrica derivante da fonti rinnovabili sulle reti a bassa e media tensione”. La rete tradizionale, infatti, concepita per raccogliere grandi quantità di energia dalle centrali di produzione e distribuirle in maniera unidirezionale ai consumatori, è ormai inadeguata al nuovo modello distribuito di generazione energetica.

Grazie allo sviluppo delle fonti rinnovabili, infatti, sempre più spesso i consumatori sono anche “produttori” e necessitano di una rete di trasmissione con flussi bidirezionali. La generazione di elettricità da sorgenti “alternative”, inoltre, è soggetta a continue fluttuazioni, legate ad esempio alle variazioni delle condizioni meteo o alla semplice alternanza tra giorno e notte.

Di qui l’esigenza di modernizzare la rete italiana, che vede Enel impegnata in un progetto di durata almeno decennale e l’iniziativa di Isernia come esperienza pilota. La smart grid molisana, spiega l’azienda, servirà alcune migliaia di cittadini, e permetterà di applicare alla rete di distribuzione dei sistemi di previsione della produzione di energia rinnovabile.

La rete intelligente, inoltre, sarà dotata di sensori per il monitoraggio avanzato delle grandezze elettriche di rete e di batterie agli ioni di litio per la modulazione dei flussi di energia. Il progetto, infine, prevede l’installazione di colonnine per la ricarica per le auto elettriche e di nuovi contatori domestici “intelligenti” in grado di informare i consumatori in tempo reale sui propri consumi energetici.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia