SEU e autoproduzione al centro dello Smart Energy Tour

SEU e autoproduzione al centro dello Smart Energy Tour

Fonte immagine: assente

Sesto appuntamento svoltosi a Milano per lo Smart Energy Tour, convegno sull'efficienza energetica organizzato da Smart Energy Expo e Efficiency KNow.

Sesta tappa per lo Smart Energy Tour 2015. Al Politecnico di Milano si sono riuniti GSE e l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, insieme alle principali associazioni della cogenerazione, per spiegare regolamentazione e benefici derivanti dai sistemi efficienti di utenza-SEU.

Durante il convegno svoltosi ieri uno dei punti centrali è stato il possibile risparmio garantito dai SEU per quanto riguarda la bolletta elettrica, stimato nell’ordine del 20-30%. Sistemi Semplici di Produzione e Consumo che rappresentano la soluzione più nota di “autoproduzione di energia”: requisiti minimi un impianto di produzione e un’unità di consumo direttamente connessi tra loro attraverso un collegamento privato e, nell’insieme, collegati alla rete pubblica.

L’organizzazione dello Smart Energy Tour è a cura di Smart Energy Expo, la manifestazione centrata sull’innovazione tecnologica e le soluzioni per l’efficienza e il risparmio energetico, in programma dal 14 al 16 ottobre a Verona (presso VeronaFiere). Serie di eventi realizzati grazie al contributo tecnico-scientifico di Efficiency Know, il cui Founding partner Marco Pezzaglia ha così commentato le possibilità offerte dai SEU alle PMI:

Il SEU è particolarmente utile per le PMI, ma non è da trascurare nemmeno per le famiglie. La costituzione di un SEU è l’occasione per affrontare una ristrutturazione energetica dell’utenza in termini di approvvigionamento e uso dell’energia e, quindi, rappresenta un driver molto importante per lo sviluppo dell’efficienza energetica.

Sviluppo dei SEU e della cogenerazione distribuita sono temi sottolineati da Gervasio Ciaccia della Direzione Mercati dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, che ha dichiarato:

Il grosso vantaggio di questi sistemi è il fatto che l’energia autoprodotta in situ non paga gli oneri di trasmissione e distribuzione né gli oneri generali di sistema. C’è un risparmio per il consumatore di energia elettrica che arriva quasi a metà del costo rispetto a quella prelevata dalla rete pubblica. Rimane il problema della distribuzione degli oneri generata dai SEU più volte segnalata dall’Autorità.

Il GSE ha infine sottolineato, attraverso la portavoce Daniela Simari, come siano richieste ai SEU registrazione e qualifica presso lo stesso Gestore dei Servizi Elettrici:

Il GSE ha definito le regole applicative per la presentazione della richiesta e il conseguimento della qualifica di SEU per i Sistemi entrati in esercizio entro il 31/12/2014. La richiesta di qualifica deve essere effettuata entro il 30/09/2015.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Sunny Days Roma 2016: intervista a Massimo Bracchi – SMA Italia