Sinusite: rimedi naturali per alleviarla e sconfiggerla

Sinusite: rimedi naturali per alleviarla e sconfiggerla

Rimedi naturali e consigli pratici contro la sinusite, da affiancare a una terapia farmacologica per ottenere immediato sollievo per la respirazione.

La sinusite è un problema frequente che coinvolge la qualità della respirazione, a causa della sua capacità di interferire con le normali funzioni dell’apparato respiratorio superiore. Le sue manifestazioni si verificano durante l’intero corso dell’anno, anche se con più insistenza in inverno, in caso di elevati sbalzi temperatura o per ragioni allergiche. Cosa la provoca e quali sono i rimedi naturali indicati?
Vediamo nel dettaglio tutte le informazioni utili circa le cause di questo disturbo, le cure naturali e i consigli per combattere la sinusite senza il ricorso ai farmaci:

Cause della Sinusite

La sinusite è un processo infiammatorio a carico delle mucose dei seni paranasali. Di natura acuta o cronica, tali mucose infiammate aumentano notevolmente il loro volume, causando sintomi come l’occlusione nasale, le difficoltà di respirazione e forti mal di testa. Le motivazioni sono le più disparate: dalla presenza di agenti esterni come il Rhinovirus e lo Staphylococcus Aureus, passando per gli allergeni primaverili e le fisiologiche dimensioni del setto nasale, spesso soggetto a restringimenti o deviazioni. La precisa causa può essere stabilita solo dal medico curante e richiedere degli esami diagnostici, quindi la conseguente cura sarà fondamentale per eradicare eventuali virus e batteri. Vi sono però dei consigli pratici e dei prodotti naturali che potrebbero ridurre l’intensità dei sintomi, sempre previo controllo di uno specialista.

Consigli pratici e cibi per la Sinusite

Suffumigi
Woman inhales steam to treat a blocked nose via Shutterstock

La sinusite si combatte innanzitutto abbandonando delle cattive abitudini, che potrebbero aggravare la problematica o renderne la guarigione più lunga nel tempo. Quando la patologia è confermata dal medico, infatti, sarà utile dire addio al fumo e all’alcol, ma anche agli spray nasali per l’automedicazione poiché potrebbero peggiorare la gravità delle manifestazioni nel lungo periodo. Allo stesso modo, vi sono delle pratiche quotidiane che potrebbero ritornare immediatamente utili:

  • Vapore: per liberare il muco sedimentato nelle cavità nasali, può essere utile esporsi al vapore almeno per 10 minuti al giorno. Preparare dei suffumigi in casa è molto semplice: basta riempire una pentola di acqua calda, portarla a ebollizione, coprire quindi il contenitore con un panno e respirarne i vapori. L’umidità inspirata andrà a rendere più morbido il muco, favorendone l’espulsione. È consigliato anche il ricorso ad acqua salata, poiché il sale ha un blando effetto antibatterico dovuto al suo processo di osmosi;
  • Riposo: è molto importante concedersi degli ampi momenti di riposo durante la giornata, per sgonfiare i setti irritati. Durante il sonno infatti, dato il metabolismo ridotto e la circolazione sanguigna più calma, il gonfiore interno tende a diminuire. Quando si dorme, poi, si consiglia di mantenere una posizione supina con la testa lievemente rialzata, così da favorire la respirazione;
  • Acqua: per sciogliere le sostanze sedimentate a livello nasale, è utile incrementare l’apporto giornaliero di acqua. Se ne dovrebbero bere al giorno almeno 2,5 litri, anche eventualmente in tisane e bevande lenenti calde;
  • Igiene: si mantenga un elevato igiene sia dell’ambiente che dalla persona. Questo non solo per evitare l’esposizione a sostanze irritanti che potrebbero aumentare i disturbi, ma anche per scongiurare l’infezione di altri batteri con una patologia già in atto. Indispensabile, inoltre, mantenere la mani sempre pulite;
  • Terapia del caldo: per alleviare i sintomi, può essere utile l’applicazione di sostanze calde sulla fronte. Si può ricorrere alla classica borsa dell’acqua calda, senza però esagerare nella temperatura: al tatto di dovrà percepire un blando tepore, per evitare il rischio di ustioni;
  • Alimentazione: nel periodo di convalescenza, sarà molto utile seguire una dieta ricca di liquidi, soprattutto caldi, che andranno a stimolare le naturali capacità di depurazione del corpo. Via libera a brodi di carne, qualora non si fosse vegetariani, oppure di verdure, a cui aggiungere abbondanti spremute di agrumi per la vitamina C, frutta e bevande lenitive, come malva e camomilla.

Sinusite: rimedi naturali migliori

Eucalipto
Aromatherapy – Eucalyptus essential oil via Shutterstock

Sono molti i rimedi naturali indicati per un sollievo, immediato e di lungo corso, ai disturbi della sinusite. I prodotti indicati, tuttavia, non sono dei sostituti dei trattamenti farmacologici indicati dal medico, soprattutto quando si ha a che fare con gli antibiotici, essenziali per eradicare i batteri. Inoltre, si vagli con lo specialista l’opportunità di fare ricorso a prodotti d’erboristeria, perché potrebbero interagire con altri medicinali.

Normalmente l’assunzione più indicata è quella tramite suffumigi, quindi non si fa altro che aggiungere il prodotto – spesso l’olio essenziale – all’acqua calda utilizzata per i vapori. Eccone una breve lista:

  • Eucalipto: la fragranza intensa ha il potere di liberare pressoché immediatamente le vie respiratorie, inoltre ha qualità lenitive, balsamiche e può aiutare nell’eliminazione di catarro e muco;
  • Menta: anche la menta ha la capacità di ridurre i fastidi, grazie all’immediata freschezza e alla sua azione vasocostrittrice, utile per ridurre il gonfiore. Oltre ai vapori, può essere assunta in compresse da sciogliere in bocca o tramite tè aromatizzati e infusi;
  • Malva: grazie alle mucillagini che contiene, crea una barriera tra le mucose e gli agenti esterni, riducendo gonfiore e senso d’occlusione. Indicata sia disciolta in acqua per suffumigi che in tisana. In questo ultimo caso, meglio non esagerare con le dosi poiché è lassativa;
  • Rosmarino: il profumo intenso libera le vie respiratorie, donando un sollievo spesso di media durata. Non ha effetti diretti con l’assunzione tramite cibo, ma è utile per inalazione sempre con i vapori;
  • Propoli: spesso la sinusite è associata a disturbi della gola o delle tonsille. La propoli, una sostanza viscosa prodotta dalle api, ha effetto anestetizzante e antibatterico, tanto da essere definita un antibiotico naturale.

Attenzione, però, all’eventuale abbinamento con farmaci cortisonici: come già ricordato, è sempre meglio accertare il parere del medico.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi insoliti del limone