Greenstyle Benessere Rimedi naturali Sinusite: rimedi naturali utili per alleviarla

Sinusite: rimedi naturali utili per alleviarla

Sinusite: rimedi naturali utili per alleviarla

Fonte immagine: Unsplash

La sinusite è un disturbo decisamente frequente nella popolazione, che si manifesta con un’intensità maggiore durante la stagione fredda o in concomitanza con il periodo delle allergie primaverili. Sensazione di naso chiuso, difficoltà di respirazione e forte emicrania sono solo alcuni dei sintomi più comuni, a volte talmente insistenti da risultare snervanti. Ma esistono dei rimedi naturali utili per alleviare questa problematica?

Naturalmente, la sinusite non è un disturbo da sottovalutare, soprattutto quando la sua manifestazione è cronica. È infatti sempre necessario affidarsi al proprio medico curante che, se necessario, richiederà il parere di uno specialista. I rimedi della nonna hanno un potenziale perlopiù sintomatico e non devono essere considerati come un’alternativa ai farmaci prescritti dal professionista.

Sinusite: cosa è?

Raffreddore

Con il termine sinusite si indica generalmente un processo infiammatorio che coinvolge le mucose dei seni paranasali. L’irritazione determina il rigonfiamento di queste mucose che, dato l’aumentato volume, riducono il passaggio di aria e muco verso le cavità nasali. Ciò determina quindi un accumulo di liquidi, anche particolarmente doloroso, e un ambiente ideale per la proliferazione dei batteri.

La sinusite può avere diverse origini, da vagliare con l’aiuto del medico oppure dello specialista. In alcuni casi la problematica è dovuta alla conformazione del setto nasale e dei seni paranasali, tale da non permettere il corretto deflusso del muco in eccesso. Più frequentemente, il rigonfiamento delle mucose è dovuto a infezioni di tipo batterico – come dai classici Rhinovirus o dallo Staphylococcus Aureus – oppure dall’azione di allergeni quali i pollini delle piante.

I sintomi più frequenti sono la sensazione di naso chiuso, la difficoltà a respirare correttamente dal naso, la percezione di un blocco a livello della fronte, mal di testa e bruciore. In caso di infezioni, può comparire anche la febbre.

Il trattamento prevede l’uso di farmaci fluidificanti, per favorire il deflusso del muco in eccesso, e di antibiotici in caso di infezione batteria. A seconda del parere del medico, possono essere anche consigliati antinfiammatori e antidolorifici.

Sinusite: lo stile di vita influisce?

Stile di vita

I disturbi ai seni paranasali, come una fastidiosa sinusite cronica, possono innanzitutto trovare giovamento da uno stile di vita più sano. Oltre ai trattamenti consigliati dal medico, eliminare cattive abitudini può infatti facilitare lo sblocco del muco accumulato e, soprattutto, ridurre le sensazioni di fastidio e dolore.

Innanzitutto, si dovrebbe rinunciare al vizio del fumo: la nicotina e le altre sostanze presenti nelle sigarette non fanno altro che aumentare l’irritazione delle mucose, rendendo quindi più intenso il disagio provato. Allo stesso modo, si dovrebbe abbandonare l’abuso di alcolici e, allo stesso tempo, adottare un’alimentazione sana ed equilibrata basata sul modello della Dieta Mediterranea. Anche una modesta attività fisica può essere d’aiuto: garantisce infatti una maggiore ossigenazione dei tessuti e rinforza le difese immunitarie, necessarie per combattere la proliferazione batterica nei seni paranasali.

Rimedi della nonna e sinusite: cosa aiuta

Sale grosso

Alcuni dei sintomi tipici della sinusiti possono essere tenuti a bada approfittando di vecchi rimedi della nonna sempre validi, da realizzare approfittando di alcuni ingredienti di base presenti in ogni casa. Queste soluzioni non rappresentano una cura, poiché difficilmente saranno in grado di risolvere eventuali infezioni, ma possono di certo garantire un momentaneo sollievo sui sintomi.

Il ritrovato più diffuso è certamente quello dei suffumigi, facili da realizzare e dal buon effetto fluidificante. È sufficiente portare a ebollizione un litro d’acqua, sciogliere un cucchiaio di sale grosso e respirarne i vapori, coprendosi il capo con un panno. Il sale è noto per la sua lieve azione antibatterica: grazie al processo di osmosi, può eliminare parte dei batteri in eccesso. Ancora, ha un effetto emulsionante sul muco e ne facilita l’espulsione. Si tratta, in altre parole, di un vero e proprio aerosol naturale.

Contestualmente, è consigliato aumentare il proprio apporto d’acqua quotidiano: l’idratazione è infatti la chiave principale per favorire la fluidificazione del muco. Sarebbe necessario assestarsi su almeno 2 litri al giorno, preferendo acqua naturale anziché frizzante, oppure attenersi alle quantità consigliate dal medico.

Ideale è concedersi anche quotidianamente un buon riposo, così da allontanare il fastidio da naso chiuso da stress, ma anche mantenere una elevata igiene all’interno della casa. Questo è fondamentale soprattutto per coloro che soffrono di sinusiti causate da allergeni oppure da pollini.

Naso chiuso: eucalipto e rosmarino

Rosmarino

Tra i rimedi naturali maggiormente utilizzati per gestire la sintomatologia della sinusite – sia in forma acuta che cronica – vi sono sicuramente oli ed essenze. Questo perché, grazie al loro profumo, tendono a garantire un’azione vasodilatatrice all’interno del naso e dei seni paranasali, favorendo così lo scioglimento del muco.

Un ingrediente utile presente in tutte le case è il rosmarino, capace di regalare una momentanea pace dalla sensazione di pesantezza a livello del naso e della fronte. Se ne si può approfittare con i classici fumenti con acqua e sale, aggiungendo qualche rametto nell’acqua in ebollizione, respirandone poi i vapori.

La più nota essenza per liberare il naso chiuso è però quella dell’eucalipto, una pianta dal potere balsamico, grazie ai suoi oli e flavonoidi. L’intenso profumo non solo dilata i capillari e sgonfia momentaneamente le mucose, ma è in grado di ammorbidire anche il muco più sedimentato. Anche in questo caso, si può semplicemente aggiungere qualche goccia di olio essenziale nei suffumigi oppure nell’acqua dell’umidificatore, ma anche sfruttando un diffusore di essenze.

Malva, la protezione delle mucose

Malva

Un altro ritrovato molto diffuso per la gestione delle problematiche respiratorie più leggere, soprattutto nel periodo invernale, è rappresentato dalla malva. Questa pianta erbacea ha infatti proprietà lenitive ed emulsionanti, inoltre è diffusa pressoché ovunque sul territorio dello Stivale.

Le mucillagini di cui le parti aeree della pianta sono ricche ne spiegano le potenzialità. Queste creano infatti un microfilm sulle mucose, una sorta di vera e propria barriera, che impedisce l’accesso ai più noti agenti esterni placando l’irritazione.

Se assunta sotto forma di tisana, protegge le prime vie respiratorie con un effetto indiretto sulle mucosi nasali, poiché ovviamente non raggiunte dall’infuso. Questo tipo di protezione è comunque essenziale, poiché spesso una sinusite può dar luogo ad altre irritazioni, come alla gola oppure al cavo orale. In essenza, può sempre essere aggiunta ai suffumigi.

Propoli, disinfettare le vie respiratorie

Propoli

Infine, nell’universo dei rimedi naturali utili per lenire gli effetti della sinusite vi è certamente la propoli. Questa sostanza, prodotta dalle api a protezione degli alveari e della regina, ha infatti proprietà batteriche e disinfettanti. Tanto da essere considerata un vero e proprio antibiotico naturale.

È utile soprattutto per proteggere le prime vie respiratorie, come il cavo orale, se utilizzata in soluzione spray. L’effetto sulle mucose nasali è indiretto, tuttavia la sua forte essenza e l’inteso profumo ne permettono una propagazione in tutte le vie respiratorie.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle