Sigarette: nuove regole UE per bionde ed elettroniche, stop al mentolo

Sigarette: nuove regole UE per bionde ed elettroniche, stop al mentolo

Normative in arrivo dall'UE per quanto riguarda sigarette normali, al mentolo e per le loro versioni elettroniche. Regolamenti e limitazioni introdotte.

Immagini shock e altre limitazioni per le sigarette in arrivo dall’UE. La Commissione Europea ha approvato un pacchetto normativo che andrà ora allo studio dei rappresentanti dei governi degli Stati membri. Novità anche per quanto riguarda le e-cig.

Quello sulle sigarette è stato un voto piuttosto chiaro nella sua composizione, con 560 voti favorevoli e appena 32 contrari. L’orientamento nei riguardi delle normali “bionde”, come anche delle loro versioni aromatizzate al mentolo (o fruttate) e di quelle elettroniche è di puntare a una maggiore consapevolezza dei fumatori per limitare la crescente emergenza sanitaria. In particolare i provvedimenti sono rivolti alla limitazione del ricorso al fumo da parte dei più giovani.

In generale i pacchetti di sigarette non potranno più contenerne meno di 20 (superficie ritenuta minima per esporre con efficacia le avvertenze) e avranno l’obbligo di destinare le avvertenze sui danni da fumo su almeno il 65% della confezione. Gli avvertimenti dovranno inoltre trovarsi nella parte superiore rispetto al nome della marca. Bandite le aromatizzazioni, con particolare riferimento a quelle al mentolo.

Per quanto riguarda le sigarette elettroniche in arrivo normative in merito alla vendita e alla composizione delle ricariche. Innanzitutto viene stabilito un limite per il contenuto massimo di nicotina consentito, fissato a 30 mg / millilitro. Le confezioni dovranno poi contenere avvertenze sanitarie, vigerà il divieto per i minori di 18 anni e le pubblicità saranno limitate così come accade per le normali “bionde”.

Non del tutto specificata è invece la possibile applicazione per le sigarette elettroniche della legislazione europea sui medicinali, che scatterà in via obbligatoria solo se il prodotto è presentato come “avente proprietà curative o preventive”.

Una volta approvato in via definitiva il provvedimento ogni Stato UE avrà 18 mesi di tempo per inserire nel proprio ordinamento nazionale le disposizioni, con ulteriori 18 per eventuali additivi. Tolleranza per i prodotti non conformi di 24 mesi, 36 per quanto riguarda le sigarette elettroniche.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be