• GreenStyle
  • Salute
  • Sigarette elettroniche: svapo potenzialmente dannoso secondo studio

Sigarette elettroniche: svapo potenzialmente dannoso secondo studio

Sigarette elettroniche: svapo potenzialmente dannoso secondo studio

Le sigarette elettroniche non sono sicure al 100 per cento secondo uno studio condotto dal Penn State Milton S. Hershey Medical Center, negli USA.

I vapori delle sigarette elettroniche sarebbero potenzialmente dannosi. A sostenerlo uno studio condotto dai ricercatori del Penn State Milton S. Hershey Medical Center, secondo i quali vi sarebbero livelli di radicali liberi troppo elevati. Concentrazioni tali, stando a quanto descritto dagli esperti, da suscitare preoccupazione in relazione a possibili danni cellulari o formazioni tumorali.

Riguardo gli effetti delle sigarette elettroniche sulla salute vi sarebbe ancora molto da fare prima di poter fornire considerazioni pienamente attendibili secondo i ricercatori. Sarebbe più opportuno non considerare quindi del tutto sicure o meno dannose delle “bionde” le e-cig, ma valutarne in maniera approfondita i danni reali. Secondo quanto ha affermato il Prof. John P. Richie Jr., docente di Scienze della Salute pubblica e Farmacologia:

Esiste una percezione che le sigarette elettroniche siano più salutari rispetto alle sigarette normali o quantomeno non altrettanto dannose.

Malgrado il vapore emesso dalla sigarette elettroniche non contenga molte delle sostanze tossiche presenti nel fumo di sigaretta è comunque importante per noi scoprire e minimizzare i danni potenziali associati alle e-cig.

Come ha poi proseguito il Prof. Richie, il cui studio è stato pubblicato sulla rivista Chemical Research in Toxicology:

Questo è il primo studio che dimostra di fatto che vi siano queste elevate concentrazioni di agenti nei vapori emessi dalle sigarette elettroniche.

I livelli di radicali liberi che stiamo osservando sono maggiori di quelli che potrebbero essere ricavati da un’area a forte inquinamento atmosferico, ma inferiori a quelli che si potrebbero trovare nel fumo di sigaretta.

Secondo quanto ha affermato in seguito il ricercatore tali concentrazioni verrebbero diffuse nello svapo a seguito del contatto tra la bobina di riscaldamento del dispositivo scalda la nicotina presente nelle soluzioni a temperature piuttosto alte. Serviranno tuttavia ulteriori ricerche, conclude Richie, per determinare il reale impatto sulla salute delle sigarette elettroniche:

Questo rappresenta un primo passo. L’identificazione di questi radicali nel vapore di svapo significa che non si può semplicemente dire che le sigarette elettroniche sono sicure perché non contengono tabacco. Sono potenzialmente dannose. Adesso sappiamo che dobbiamo trovare quali tipologie di effetti dannosi si tratti.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Valentina Vezzali