• GreenStyle
  • Salute
  • Sigarette elettroniche: non sicure e dannose secondo l’OMS

Sigarette elettroniche: non sicure e dannose secondo l’OMS

Sigarette elettroniche: non sicure e dannose secondo l’OMS

Fonte immagine: iStock

Sigarette elettroniche dannose e non sicure secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, diversi i rischi per la salute.

Sigarette elettroniche non sicure e potenzialmente dannose per il cervello. A sostenerlo è l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che in un articolo pubblicato in questi giorni ha fatto il punto di quelle che sono le possibili controindicazioni riguardo l’utilizzo delle e-cig.

Secondo l’OMS le sigarette elettroniche sono dannose oltre ogni ragionevole dubbio, sebbene siano necessari ulteriori studi per valutarne il reale impatto a lungo termine. Nodo centrale la presenza di nicotina, riscontrata secondo gli esperti anche nei dispositivi che assicurano di non contenerne:

Le emissioni delle sigarette elettroniche contengono nicotina e altre sostanze tossiche che sono dannose sia per gli svapatori che per chi si trova esposto al vapore di seconda mano. Alcuni dispositivi che dichiarano di essere nicotina-free sono risultati contenere nicotina.

Non c’è dubbio che le sigarette elettroniche siano dannose per la salute e non siano sicure, ma è troppo presto per fornire una risposta chiare sull’impatto a lungo termine legato al suo utilizzo o all’esposizione ai suoi vapori.

Tra i soggetti indicati come più a rischio dall’OMS figurano gli adolescenti, il cui sviluppo cerebrale è minacciato dagli effetti dannosi a lungo termine della nicotina. Inoltre l’utilizzo di e-cig nei più giovani favorirebbe il passaggio futuro alle sigarette tradizionali.

Le sigarette elettroniche aumentano il rischio di problemi al cuore o ai polmoni, prosegue l’OMS, mentre nelle donne in gravidanza potrebbero danneggiare lo sviluppo del feto. Sufficiente per subire tali danni anche trovarsi esposti allo svapo di altri. Esiste inoltre il rischio di avvelenamento da nicotina, a rischio soprattutto i bambini, possibile sia per ingestione accidentale del liquido che per assorbimento cutaneo (attraverso la pelle) dovute a potenziali perdite dei dispositivi.

Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 cibi ricchi di vitamina C (video)