Shampoo antiforfora naturale: quali sono

Shampoo antiforfora naturale: quali sono

Fonte immagine: Istock

La forfora è una patologia del cuoio capelluto, che si presenta come scagliette bianche e secche alla base del capello: ecco come combatterla.

Fastidiosissima, comune e molto diffusa in questo periodo la forfora rischia di diventare una vera e propria piaga! . Che sia secca o grassa è un problema molto comune che colpisce circa il 50% della popolazione adulta. Le cause possono essere tante e di varia natura. Può, infatti, essere la conseguenza di un forte stress, questioni ormonali, o di scorretta alimentazione. Inizialmente la forfora può manifestarsi in forma lieve ma non è da sottovalutare. Generalmente nel giro di qualche settimana la comparsa delle scaglie epiteliali di colore biancastro, diventa un vero incubo per chi soffre di questa forma di ricambio anomala e velocissima, rispetto al normale processo di rinnovamento cutaneo. In questo articolo cerchiamo di scoprire come trattarla in modo naturale.

Rimedi naturali contro la forfora

Rimedi naturali contro la forfora
Fonte: Istock

Il rimedio naturale per eccellenza contro la forfora è l’aceto. Sia l’aceto di vino bianco che quello di mele sono efficaci nella cura e nell’eliminazione della forfora. Sono sufficienti poche gocce, diluite con l’acqua tiepida, per creare un impacco da tenere in testa tutta la notte. Un’altra soluzione molto utilizzata è l’aspirina. Contiene lo stesso principio attivo (acido salicilico) dello shampoo antiforfora. Come si applica? Basta schiacciare due pasticche e, una volta ridotte in polvere, si vanno a mescolare con uno shampoo naturale. Il trucco è poi lasciare la miscela in posa sui capelli per 1-2 minuti, quindi sciacquare bene e lavare di nuovo con un normale detergente.

Non dimenticate lo shampoo: non serve per la forfora ma solo a rendere i capelli più morbidi. Non sempre è necessario ricorrere alla farmacia: il bicarbonato di sodio, già utilizzato per tantissimi problemi di salute, è utile anche per combattere i funghi responsabili dell’insorgenza della forfora. In primis bisogna bagnare i capelli per poi applicare una manciata di bicarbonato di sodio sul cuoio capelluto massaggiando per circa 3-5 minuti. Stavolta si passa direttamente al risciacquo…3,2,1 e voilà! Il risultato è sorprendente.

Un’altra soluzione che si trova in bagno è un salvavita contro la forfora. Si tratta del collutorio: le sue proprietà antifungine aiutano a prevenire la crescita di quel lievito responsabile dell’insorgenza delle fastidiose scaglie bianche. Bisogna lavare i capelli con il regolare shampoo per poi risciacquare con un collutorio a base di alcol. La costanza, premia!

Non solo in bagno, ma anche in cucina: olio di oliva e limone sono due validi alleati nella lotta contro la forfora. Un impacco sensazionale da applicare sulla chioma umida. Il succo di limone è ideale per liberare la cute dalle squame secche della forfora, invece l’olio d’oliva, grazie alle proprie caratteristiche, idrata il cuoio capelluto e lo nutre. Per alleviare la fastidiosa sensazione di prurito, invece, è sufficiente utilizzare un gel all’aloe vera che rinfresca la naturalmente la zona e allevia l’irritazione. Infine l’olio di cocco: prima di fare la doccia, massaggiare 3-5 cucchiai di olio sul cuoio capelluto e lasciare in posa per circa un’ora. L’odore intenso regalerà ai capelli un profumo buonissimo mentre l’azione benefica dell’olio attenuerà i problemi legati alla forfora. Dopo l’applicazione possiamo procedere con un lavaggio ordinario del cuoio capelluto.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Scrub mani e corpo fai da te