• GreenStyle
  • Energia
  • Shale gas, Scaroni: Europa in crisi se non sfrutterà il fracking

Shale gas, Scaroni: Europa in crisi se non sfrutterà il fracking

Shale gas, Scaroni: Europa in crisi se non sfrutterà il fracking

Secondo l'amministratore delegato di Eni, occorre migliorare la sicurezza del fracking, ma l'Europa non può più fare a meno dei suoi giacimenti di shale gas.

L’Europa non può più fare a meno di sfruttare i propri giacimenti di shale gas, con buona pace delle preoccupazioni per l’impatto ambientale del fracking.

Lo sostiene, in una intervista rilasciata al Financial Times l’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, aggiungendo che, se non ricorrerà al gas di scisto, il Vecchio Continente si troverà indietro rispetto agli Stati Uniti. Ha detto Scaroni:

Le economie europee dovranno fronteggiare la concorrenza a lungo termine con gli operatori statunitensi, i cui prezzi di gas ed elettricità risultano inferiori.

Secondo il manager di Eni, il costo dell’energia non è l’unico fattore che vede l’Europa in svantaggio rispetto agli Stati Uniti: anche la maggiore flessibilità e il costo del lavoro, oltre al differente regime fiscale, rendono il clima generale americano “più favorevole che da noi”.

Il rischio, sostiene Scaroni, è che sempre più investitori trasferiscano i loro affari dall’Europa agli Stati Uniti, soprattutto per quanto riguarda le aziende ad alta intensità energetica.

Scaroni, comunque, ammette la necessità di individuare dei sistemi che rendano il più sicuro possibile il metodo del fracking che viene utilizzato per la produzione di shale gas e che ne riducano l’impatto ambientale. La vera emergenza però, secondo lui, consisterebbe nella concorrenza sempre più spietata da parte degli USA:

Perché mai si dovrebbe investire in Europa piuttosto che in Texas dove il costo dell’elettricità è la metà, quello del gas un terzo, oltre ad altri fattori generali più favorevoli?

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Stefano Ciafani – Legambiente