Seychelles: creata un’immensa area marina protetta

Seychelles: creata un’immensa area marina protetta

Fonte immagine: Istock

Grande come la Germania: 400.000 km quadrati di acque a cui è stato esteso lo stato di tutela grazie ad un accordo debt-for-nature.

Le Seychelles hanno esteso la tutela della loro area marina, arrivando a proteggere 400mila chilometri quadrati: una zona grande quanto la Germania, che lascia ben sperare per il futuro della sopravvivenza del territorio. La scelta è stata presa in considerazione della biodiversità delle Seychelles che ospitano un elevato numero di specie endemiche.

La favolosa meta di vacanza  si estende per 1,3 milioni di chilometri quadrati e comprende variegati habitat marini, dalle barriere coralline a foreste di alghe sottomarine: una ricchezza che ha bisogno di essere preservata. La misura arriva, in realtà, ben 10 anni dopo la promessa governativa di portare la tutela al 30% della sua zona economica esclusiva e delle sue acque territoriali, rispetto all’allora 0,04%. Finalmente è arrivato un nuovo accordo finanziario “debt-for-nature”. 

Ciò ha permesso all’arcipelago di sbloccare 21,6 milioni di dollari, ri-destinandoli all’area marina protetta. Nature Conservancy aveva concesso alle Seychelles la somma, con l’obiettivo di “fornire un flusso monetario per finanziare la tutela della barriera corallina, della pesca e dell’adattamento degli ecosistemi ai cambiamenti climatici, nonché per migliorare la salute finanziaria”.

Grazie a questo nuovo decreto circa la metà 13 nuove zone saranno di tipo 1 (aree vietate ad attività economiche come la pesca); mentre le altre saranno classificate Zona 2 (permesse solo alcune attività soggette a regolamentazione). Un solo dubbio permane: i soldi saranno sufficienti per portare a termine l’ambizioso progetto?

 

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle