• GreenStyle
  • Pets
  • Serpente vivo come mascherina anti-covid: stupore sul bus

Serpente vivo come mascherina anti-covid: stupore sul bus

Serpente vivo come mascherina anti-covid: stupore sul bus

Fonte immagine: Pixabay

Un serpente vivo usato come mascherina anti-covid: è questa la singolare situazione in cui si sono trovati alcuni passeggeri di un autobus inglese.

Un serpente vivo avvolto attorno al collo e adagiato sul viso, per proteggersi dal rischio di contagio da Covid. È questo il singolare incontro fatto da alcuni passeggeri che, lo scorso lunedì, sono saliti su un autobus diretto da Swinton a Manchester. Un uomo ha infatti deciso di sfruttare il suo serpente da compagnia come improvvisata mascherina.

La segnalazione giunge dagli stessi passeggeri che, armati di smartphone, hanno inoltrato le immagini dell’accaduto alla redazione di BBC. L’uomo se ne stava comodamente seduto sul mezzo pubblico, con il lungo serpente avvolto attorno al collo e parte del corpo dell’animale poggiato su naso e bocca.

Un serpente vivo come mascherina

Dalle ricostruzioni fornite alla testata inglese, l’animale pare si sia trovato perfettamente a suo agito in quell’insolita situazione. Tranquillo e ben socializzato, non avrebbe disturbato nessuno dei presenti. I quali, dopo un primo e comprensibile smarrimento, si sarebbero complimentati per la bellezza del docile animale.

Una testimone ha affermato di aver davvero scambiato il serpente per una mascherina, convinta fosse una delle tante versioni di design proposte dagli stilisti. Sono molte le case di moda che hanno proposto declinazioni singolari del dispositivo di protezione, tali da coprire l’intero collo e parte del viso con le forme più strade. Quando l’animale ha però cominciato a muoversi, cambiando posizione sul volto del proprietario, la stupita passeggera si è dovuta ricredere.

Secondo quanto riferito da BBC, è molto probabile che l’associazione con la mascherina sia più una coincidenza che una reale volontà. Non si può infatti escludere che l’uomo sia salito sull’autobus volutamente privo di mascherina e la posizione del serpente sul collo sia solo una fortuita coincidenza.

Nonostante questo, gli esperti hanno comunque voluto sottolineare come non vi siano prove che la pelle di un serpente possa avere effetti protettivi contro il coronavirus. Un portavoce del Transport for Greater Manchester, la società locale che gestisce i mezzi pubblici, ha inoltre aggiunto:

Le linee guida del governo dicono chiaramente che non è necessario essere in dotazione di una mascherina chirurgica: i passeggeri possono usare anche altro, come una sciarpa o una bandana. Sebbene vi sia spazio per l’interpretazione su questo fronte, non crediamo che la regola si applichi alla pelle dei serpenti. Soprattutto se ancora attaccata al serpente vivo.

Fonte: BBC

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio