• GreenStyle
  • Pets
  • Seni femminili e gatti: dal Giappone l’effetto terapeutico

Seni femminili e gatti: dal Giappone l’effetto terapeutico

Seni femminili e gatti: dal Giappone l’effetto terapeutico

Un fotografo giapponese lancia la moda social dei gatti adagiati sui seni femminili: un'iniziativa che, a quanto sembra, avrebbe un effetto terapeutico.

Non vi sono molti dubbi: gatti e splendide donne rappresentano due degli argomenti più gettonati in Rete, campioni di record irraggiungibili sui motori di ricerca nonché protagonisti assoluti delle condivisioni social. Basti pensare come di recente sia emerso il 15% di tutti video disponibili in Internet veda un gatto fra i protagonisti, una cifra ulteriormente aumentata negli ultimi mesi tanto da sovrastare anche la distribuzione di filmati per adulti. Non sorprende che dal Giappone, patria di tutte le novità in tema felino, sia perciò nata l’idea di unire questi due mondi, con un progetto che accomuna i simpatici quadrupedi domestici con i seni femminili.

L’iniziativa è stata sviluppata da un fotografo nipponico, Yuki Aoyama, pronto a riprendere numerosi gattini adagiati su più che prosperosi décolléte. Non un’opera erotica, così come si potrebbe di primo acchito pensare, bensì un progetto nato con uno specifico “effetto terapeutico”.

La pubblicazione si intitola Painyan – dall’unione delle parole giapponesi “oppai”, ovvero seno, e “nyan”, cioè gatto – e consta di 96 pagine ricolme di scatti a tema. I felini sono ripresi mentre sonnecchiano adagiati ai corpi delle modelle, giocano attirati da fiocchetti della lingerie o, più semplicemente, si lasciano andare in lunghi e abbracci e coccole ristoratrici. Nel mentre, il sottotitolo spiega la differenza che sussisterebbe tra la reazione dei gatti e quella degli uomini dinnanzi a una scollatura:

Gli uomini perdono il controllo davanti a un seno, mentre i gatti mantengono la loro compostezza.

Come già accennato, il libro vuole trasmettere un effetto terapeutico dalla visione delle fotografie. Gli scatti sono infatti pensati per ridurre i livelli di stress, incentivare la sensazione di calma, ridurre l’ansia e stimolare il pensiero positivo. Un’idea che sembra aver conquistato i social network, dove diverse utenti hanno deciso di scattare dei selfie in linea con il libro, anche con la nascita di qualche intervento virale. Secondo alcune navigatrici, infatti, simili immagini potrebbero essere sfruttate per le condivisioni virali in un’ottica di sensibilizzazione, ad esempio sulle gravi problematiche di salute che spesso coinvolgono le donne.

Nel mentre, il Giappone si conferma come la patria indiscussa delle stranezze declinate all’universo dei gatti: di recente, ad esempio, sono stati messi in vendita lip-gloss e altri cosmetici aromatizzati al profumo del manto felino.

Seguici anche sui canali social