Sea Watch 3: chi è Carola Rackete

Sea Watch 3: chi è Carola Rackete

Fonte immagine: Till M. Egen/Sea-Watch.org

Un passato nella tutela ambientale per Carola Rackete, comandante della nave Sea Watch 3, che ha forzato il blocco navale per entrare in acque italiane.

In questi giorni la nave Sea Watch 3 con a bordo 42 migranti ha forzato il blocco navale voluto dal ministro dell’Interno Salvini e ha fatto il suo ingresso in acque italiane. La decisione è stata presa dalla comandante Carola Rackete, 31enne tedesca con un passato da attivista ambientale. Una scelta che potrebbe costarle una sanzione fino a 50mila euro, con il possibile sequestro dell’imbarcazione qualora l’infrazione risulti reiterata con la stessa nave.

Da giorni l’imbarcazione navigava al confine con le acque territoriali italiane e, come riferito dalla comandante e dalla ong nei giorni scorsi sono saliti a bordo agenti della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera per controllare documenti e passaporti dell’equipaggio. L’attesa prolungata e le difficili condizioni dei 42 migranti a bordo della Sea Watch 3 hanno portato però gli attivisti alla forzatura del blocco. Come ha affermato la stessa Rackete:

Ho deciso di entrare in porto a Lampedusa. So a cosa vado incontro, ma i 42 naufraghi a bordo sono allo stremo. Li porto in salvo.

Ora la nave si trova nei pressi di Lampedusa, in attesa di conoscere quello che sarà il destino di Carola Rackete, ma soprattutto dei 42 migranti da lei condotti in acque territoriali italiane.

Dietro la 31enne tedesca c’è come detto un passato da attivista ambientale, culminato con il suo salire a bordo, nel 2015, della rompighiaccio Arctic Sunrise di Greenpeace.

Prima ancora Carola Rackete si è laureata nel 2011 in Scienze nautiche e in seguito ha conseguito un Master in Conservazione ambientale presso la Edge Hill (Regno Unito). La sua prima volta al timone di una nave risale proprio al 2011, quando ha preso il comando (fino al 2013) di una rompighiaccio per conto dell’istituto oceanografico Alfred Wegener con rotta verso il polo Nord.

A 25 anni Carola Rackete è diventata secondo ufficiale dello yacht da spedizione “Ocean Diamond“, unendo la sua attività di ricerca all’esperienza personale nel volontariato. Nel 2014 il suo impegno a favore dell’ambiente prosegue con le attività di educazione ambientale per i bambini, turismo locale e ricerca botanica nelle zone vulcaniche di Kamchatka (Russia). Nel 2016 il suo arrivo all’organizzazione non governativa tedesca Sea Watch, dove ha ottenuto nel 2017 l’incarico di manager delle comunicazione con gli aerei da ricognizione in forza alla ong ed è in seguito stata assegnata al comando della Sea Watch 3.

Seguici anche sui canali social