Scuola, 855 milioni per ristrutturazioni ed efficienza energetica

Scuola, 855 milioni per ristrutturazioni ed efficienza energetica

Il Ministero dell'Istruzione ha stanziato 855 milioni per la scuola: serviranno per la ristrutturazione e l'efficientamento degli edifici scolastici.

Stanziati 855 milioni per il comparto scuola. I finanziamenti andranno ai vari enti locali per la ristrutturazione e l’efficientamento degli edifici scolastici. Il Ministero dell’Istruzione ha disposto il provvedimento in accordo con quello dell’Economia e delle Finanze.

Per informare correttamente il comparto Scuola il Ministero dell’Istruzione ha disposto una serie di webinar, con avvio lunedì 12 ottobre. I finanziamenti sono stati assegnati a 104 enti locali, tra Città Metropolitane e Province, mentre le quote maggiori andranno a:

  • Roma (56 milioni di euro);
  • Napoli (48 milioni di euro);
  • Milano (30 milioni di euro);
  • Torino (26 milioni di euro);
  • Salerno e Catania (20 milioni di euro ciascuna);
  • Bari (19 milioni di euro);
  • Brescia e Palermo (17 milioni di euro per entrambe);
  • Caserta e Lecce (ambedue 16 milioni di euro);
  • Cosenza (14 milioni di euro).

Scuola, il prossimo passo è la presentazione dei progetti

Gli Enti Locali preposti avranno il compito di comunicare al Ministero dell’Istruzione l’elenco degli interventi previsti. La presentazione della lista dovrà avvenire entro il 17 novembre attraverso un appplicativo presente sul portale ministeriale dedicato all’edilizia scolastica.

Il ministero ha sottolineato che la lista degli interventi da finanziare dovrà essere redatta in ordine di priorità. Questo al fine di provvedere alla copertura dei lavori più urgenti.

Legambiente: 29% degli edifici scolastici è a rischio

Circa un mese fa Legambiente ha dichiarato che secondo alcune stime il 29,1% degli edifici scolastici necessita di manutenzione urgente. Vanessa Pallucchi (vicepresidente dell’associazione) aveva dichiarato in tale occasione:

Auspichiamo che parte dei fondi del Recovery Fund vengano indirizzati in primis sulla messa sicurezza e l’efficientamento energetico degli edifici, la rigenerazione degli spazi educativi e la qualità e estensione dei servizi scolastici, senza tralasciare la possibilità di sostenere processi di economia circolare sulla questione banchi e mascherine.

Fonte: Edilportale

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be