Scrub corpo: ogni quanto si può fare

Scrub corpo: ogni quanto si può fare

Fonte immagine: Artursfoto via iStock

Lo scrub corpo è un trattamento utile per mantenere la pelle liscia e levigata: ecco i benefici e ogni quanto farlo.

Lo scrub corpo è ormai da tempo entrato di diritto nelle routine di bellezza. Questa importante pratica permette infatti di rimuovere le cellule morte, riportare la pelle alla sua naturale lucentezza e stimolare l’elasticità della cute. Ma ogni quanto si può fare, quale la frequenza più indicata per evitare spiacevoli conseguenze?

Prima di cominciare, è bene sottolineare come le modalità dello scrub non siano per tutti identiche. Molto dipende dal prodotto impiegato e dal suo potenziale abrasivo sulla pelle: naturalmente, gli scrub più delicati potranno essere eseguiti con una maggiore frequenza. Di seguito, qualche indicazione utile.

Scrub corpo: cosa è, benefici

Scrub

Lo scrub è un trattamento cosmetico che viene attuato allo scopo di esfoliare la pelle, rimuovendo quindi imperfezioni e cellule morte. Si tratta di un’attività leggermente abrasiva che, tramite un’azione di tipo meccanico, elimina lo strato più superficiale e ormai morto della cute.

Lo scrub viene praticato facendo ricorso a soluzioni sia liquide che solide. In genere si fa ricorso a creme e gel dotate di microgranuli che, massaggiate sulla cute, manifestano un’azione leggermente esfoliante. Esistono tuttavia alternative solide come il sapone arricchito sempre di microgranuli, ma anche soluzioni naturali e casalinghe. Su questo fronte, uno scrub naturale famoso è quello a base di miele e zucchero, così come tutte le proposte che contengono granelli di sale.

Il beneficio principale di questa azione esfoliante è, come facile intuire, quella di ottenere una pelle maggiormente liscia e levigata. Non è però tutto, poiché lo scrub è anche ideale per stimolare la rigenerazione cellulare e l’elasticità della cute, rimuovere inestetismi come macchie e ridurre cicatrici, nonché altro ancora. Può essere indicato anche per ridurre le problematiche da peli incarniti dopo la depilazione, così come trattamento per l’acne e i punti neri.

La pratica ha un’utilità anche indiretta, poiché si basa largamente sul massaggio per poter applicare creme e altri trattamenti. Uno scrub corpo regolare permette infatti di approfittare di un trattamento linfodrenante, perfetto per ridurre gonfiore e l’accumulo di liquidi in eccesso.

Il trattamento può essere eseguito in autonomia, recuperando i prodotti più indicati, ma anche e soprattutto con l’aiuto del dermatologo oppure dell’estetista.

Ogni quanto si può fare

Calendario

Non è possibile individuare una frequenza universale per eseguire lo scrub corpo. Molto dipende infatti dalla composizione individuale della pelle, quest’ultima diversa da persona a persona.

Il primo fattore da prendere in considerazione è quello della tipologia di pelle. Una cute secca potrebbe facilmente essere sottoposta a rossori e irritazioni con uno scrub eccessivamente frequente, mentre una pelle grassa e ricca di sebo potrebbe necessitare di più ripetizioni per ottenere risultati sufficientemente soddisfacenti.

In linea generale, le persone con pelle normale e fototipo medio possono ricorrere allo scrub corpo almeno una due volte al mese, aumentando le ripetizioni a seconda delle necessità. In ogni caso, non bisognerebbe superare il singolo trattamento alla settimana. Poiché si tratta comunque di una pratica esfoliante e dalla lieve abrasione meccanica, una minima irritazione della pelle permane anche quando non immediatamente visibile. È pertanto consigliato permettere alla cute di riprendersi dopo il trattamento, ripristinando i normali ritmi di produzione cellulare e di sebo.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi che migliorano l’umore: 5 consigli