• GreenStyle
  • Pets
  • Scoperto l’animale più lungo del mondo: ben 45 metri

Scoperto l’animale più lungo del mondo: ben 45 metri

Scoperto l’animale più lungo del mondo: ben 45 metri

Fonte immagine: Schmidt Ocean Institute

Scoperto l'animale più lungo del mondo: si tratta di un rappresentante dei sifonofori avvistato in Australia, lungo ben 45 metri.

Le profondità dell’oceano rimangono ancora largamente inesplorate dall’uomo e, per questa ragione, di tanto in tanto vengono scoperte delle nuove e misteriose specie animali. È il caso di un nuovo rappresentante dei sifonofori rinvenuto in Australia, lungo ben 45 metri: si tratta dell’essere vivente più lungo a oggi conosciuto.

Il singolare avvistamento è avvenuto grazie a una spedizione organizzata dal Western Australia Museum e dal Schmidt Ocean Institute, durante una perlustrazione dei fondali a 4.439 metri di profondità. Così come spiega Nerida Wilson, a capo proprio della spedizione, l’animale è stato rinvenuto a circa 630 metri di profondità, mentre l’apparecchiatura scelta per l’esplorazione stava lentamente tornando in superficie.

Dalla descrizione, il sifonoforo appariva come un lunghissimo verme avvolto in una sorta di spirare, tanto che dalla forma pare potesse ricordare un UFO:

È stato incredibile vedere questo enorme organismo allargarsi come un UFO. Non potevamo credere a ciò che stavamo vedendo.

Similmente alle meduse, così come spiega il Guardian, i sifonofori usano dei tentacoli urticanti per catturare le loro prede, come piccoli pesci e crostacei: non appena questi animali entrano in contatto con il tentacolo subiscono un effetto paralizzante, lasciandoli inermi di fronte al predatore.

L’avvistamento è avvenuto nella costa del Gascoyne, un’area protetta dai fondali profondissimi. L’area è spesso oggetto di spedizioni poiché ancora largamente inesplorata: si sospetta che da queste parti vivano degli esemplari mai visti prima dall’uomo. Un’ipotesi divenuta realtà proprio grazie a questa spedizione: sebbene la famiglia dei sifonofori fosse già conosciuta a livello scientifico, nessuno aveva mai potuto testimoniare delle lunghezze così estese. Così ha concluso l’esperta:

Sebbene sia un’area protetta, non abbiamo in realtà idea di ciò che viva qui. Volevamo davvero testimoniare l’incredibile biodiversità che caratterizza questo posto.

Fonte: Guardian

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Gli ululati dei lupi risuonano tra le strade del paese