Scooter sharing elettrico Cityscoot sbarca a Roma

Scooter sharing elettrico Cityscoot sbarca a Roma

Fonte immagine: Cityscoot

Cityscoot sbarca a Roma con 100 scooter elettrici per offrire un servizio di scooter sharing a zero emissioni.

Dopo il fortunato lancio di Milano Cityscoot sbarca anche a Roma. La startup francese sorta nel 2014, che si occupa di offrire un servizio di scooter sharing a zero emissioni, ha deciso di iniziare a testare il suo servizio anche all’interno della capitale italiana. Sono inizialmente 100 gli scooter elettrici a disposizione delle persone. L’obiettivo, se tutto andrà per il verso giusto, è quello di espandere la flotta di scooter sino 500 veicoli.

Gli scooter elettrici di Cityscoot sono disponibili al noleggio 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. I mezzi sono dislocati all’interno di quella che viene chiamata “Zona Cityscoot” che sostanzialmente corrispondere al centro storico di Roma. Questo non significa che gli scooter non possano essere usati anche al di fuori di questa area, ma che dovranno essere parcheggiati al suo interno nelle aree di parcheggio permesse ai veicoli a due ruote.

L’utilizzo del servizio è davvero molto semplice. Attraverso l’omonima app per iOS ed Android, le persone potranno individuare, prenotare e sbloccare gli scooter. Dopo averli utilizzati e parcheggiati, sempre attraverso l’app si potrà saldare il costo di noleggio. Trattandosi di un periodo di test, i primi 30 minuti di noleggio sono gratuiti. La tariffa standard di Cityscoot è invece di 29 centesimi di euro al minuto.

Per chi utilizza con una certa frequenza il servizio Cityscoot mette a disposizione dei pacchetti comprensivi di un certo numero di minuti di noleggio a un prezzo vantaggioso. Per esempio un pacchetto da 100 minuti viene fatto pagare 22 euro. Esiste anche un programma fedeltà che permette di accumulare minuti gratuiti da poter utilizzare. Cityscoot è utilizzabile solo da utenti maggiorenni. Il servizio è attivo anche a Parigi, Nizza e Milano.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

NIU a EICMA 2017: intervista a Token Hu