Scioglimento ghiacciai, dagli USA: occasione per nuove vie commerciali

Scioglimento ghiacciai, dagli USA: occasione per nuove vie commerciali

Fonte immagine: Pixabay

Il braccio destro di Trump vede nello scioglimento dei ghiacciai artici qualcosa di positivo, un'opportunità per nuove vie commerciali.

Dall’avvento dell’amministrazione Trump molto si letto e sentito contro la lotta ai cambiamenti climatici. Frasi negazioniste e nuovo slancio verso l’impiego di fonti fossili hanno scandito il mandato del “Tycoon”. Il tutto culminato con le recenti dichiarazioni attribuite al Segretario di Stato Mike Pompeo, che avrebbe definito lo scioglimento dei ghiacciai artici “un’opportunità commerciale”.

Secondo quanto attribuito a Mike Pompeo lo scioglimento dei ghiacciai causato dai cambiamenti climatici offrirebbe l’apertura di nuove vie commerciali, rivelandosi in sostanza “un’inattesa buona notizia”:

Le consistenti riduzioni dei ghiacci nei mari artici stanno aprendo nuove vie di transito e nuove opportunità per il commercio. Questo scenario potrebbe potenzialmente abbattere i tempi di viaggio tra l’Asia e i Paesi dell’Ovest anche di 20 giorni. Le tratte artiche si sarebbero potute concretizzare anche prima e potrebbero diventare il Canale di Suez o quello di Panama del 21esimo secolo.

L’Oceano artico sta rapidamente assumendo un nuovo ruolo strategico. Le risorse offshore, fondamentali per i rispettivi Stati costieri che vi si affacciano, sono oggetto di una nuova competizione internazionale.

Non preoccupano il braccio destro di Trump nemmeno gli ultimi dati forniti dal National Snow and Ice Data Centre, secondo il quale negli ultimi decenni sarebbe andato perduto il 95% dei ghiacciai artici antichi. Le dichiarazioni di Pompeo sarebbero state rese mercoledì scorso durante l’incontro di apertura del Consiglio Artico a Rovaniemi, in Finlandia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Azioni dell’uomo contro il cambiamento climatico