Sardegna, vietato fumare nelle spiagge da sogno

Sardegna, vietato fumare nelle spiagge da sogno

Fonte immagine: Pixabay

Vietato fumare in spiaggia, anche alcuni litorali da sogno della Sardegna pensano al provvedimento: ecco quali sono.

Scatterà anche in alcune meravigliose spiagge della Sardegna il divieto di fumare. Sbarca anche nell’isola sarda la svolta già operata dal Comune di Bibione, che ha vietato l’uso di sigarette e dispositivi analoghi nei propri litorali; sarà possibile soltanto allontanandosi dalla costa o recandosi nelle apposite aree designate (ad esempio presso i chioschi per la ristorazione).

Favorevolmente impressionati dalla decisione del sindaco di Bibione sono i corrispettivi di Stintino, Alghero e Orosei, alcuni dei quali hanno già preso in seria considerazione l’ipotesi di vietare il fumo nelle loro spiagge. Addirittura il primo cittadino di Stintino ha annunciato che il divieto entrerà in vigore già a partire da questa estate.

Il sindaco di Stintino Antonio Diana ha sottolineato come il divieto di fumo fosse già in vigore lo scorso anno sulla spiaggia della Pelosa e che ha funzionato in maniera eccellente: nelle tre aree fumatori designate sono stati raccolti oltre 140 mila mozziconi di sigarette.

Un successo che ha spinto il primo cittadino della località sarda a estendere il provvedimento a tutte le spiagge del territorio. Ottimista anche riguardo alla reazione dei fumatori, considerato che, come lui stesso ha riferito: “L’anno scorso abbiamo imposto diversi divieti alla Pelosa e in totale abbiamo fatto solo 300 sanzioni. Nulla rispetto alla gente che viene in spiaggia”.

Più che favorevole a un rapido ricorso al divieto di fumare in spiaggia anche Mario Bruno, sindaco di Alghero, che ricorda come negli anni passati già siano state elevate contravvenzioni “esemplari” contro chi inquinava i litorali con i mozziconi. Vietare del tutto il fumo è una questione, ha spiegato Bruno, di “rispetto tra persone consapevoli”.

Meno possibilisti si sono dichiarati invece altri due sindaci, quello di Orosei e quello del Golfo Aranci. Per entrambi il problema principale sembra essere legato all’estensione delle spiagge e ai numerosi accessi lungo di esse, fattori che rendono già problematiche le operazioni di controllo relativamente ai divieti già in vigore.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Orso M49: il video editoriale di Alfonso Pecoraro Scanio