• GreenStyle
  • Auto
  • Salone di Ginevra 2019: DR3 EV, il SUV elettrico italo-cinese

Salone di Ginevra 2019: DR3 EV, il SUV elettrico italo-cinese

Salone di Ginevra 2019: DR3 EV, il SUV elettrico italo-cinese

Fonte immagine: DR Automobiles

Al Salone di Ginevra, l'italiana DR Automobiles ha presentato il suo SUV compatto elettrico DR3 EV basato su di un modello cinese.

Al Salone di Ginevra le auto elettriche sono state tra le protagoniste assolute. Spazio anche per l’italianissima DR Automobiles con sede nel Molise, che ha presentato la sua proposta 100% elettrica, la DR3 EV. Trattasi di un SUV compatto (4,20 metri di lunghezza per 1,76 metri di larghezza e 1,57 metri d’altezza) basato sul modello cinese Chery Tiggo 3xe.

L’autovettura dispone di un propulsore da 122 CV ed è in grado di offrire un’autonomia di 400 Km nel vecchio ciclo di omologazione europeo NEDC. Il motore è in grado di spingere la DR3 EV sino a 151 Km/h e di consentire un’accelerazione da 0 a 50 km/h in appena 4 secondi. La trazione del veicolo è anteriore.

DR3 EV dispone di un pacco batteria da 54,3 kWh. Nessun problema per i lunghi viaggi visto che questa auto elettrica dispone del connettore CHAdeMO per ricariche rapide in corrente continua. Il costruttore dichiara che bastano appena 30 minuti per raggiungere l’80% della capacità della batteria partendo da zero. Il connettore CHAdeMO si trova sul muso dell’auto molto vicino al connettore tipo 2 (Mennekes) che può essere utilizzato per le ricariche in corrente alternata dalle colonnine AC o dalle prese del garage di casa (tempi di ricarica da 6 a 8 ore).

DR3 EV arriverà molto presto sul mercato italiano. Il costruttore afferma che questo SUV compatto sarà ordinabile già a partire dalla metà del 2019 a un prezzo di 37.500 euro nell’allestimento top di gamma. DR3 EV non sarà però l’unica auto elettrica che DR Automobiles intende mettere su strada nel breve periodo. Entro il 2020 arriveranno anche una citycar ed un altro SUV.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Stefano Ciafani – Legambiente