• GreenStyle
  • Pets
  • Sale a 11 il numero di elefanti morti nella cascata in Thailandia

Sale a 11 il numero di elefanti morti nella cascata in Thailandia

Sale a 11 il numero di elefanti morti nella cascata in Thailandia

Fonte immagine: Pixabay

Sale a 11 il numero degli elefanti deceduti nel tentativo di salvare un cucciolo caduto in una cascata: lo rivela una perlustrazione fatta con i droni.

Giunge un triste aggiornamento sul caso degli elefanti deceduti in Thailandia lo scorso weekend, nel tentativo di salvare un cucciolo caduto da una cascata. Le nuove ispezioni condotte dalle autorità hanno permesso di identificare altri pachidermi, portando a 11 il conteggio dei morti. Una vera e propria tragedia, un estremo gesto d’amore che il branco ha messo in atto disperatamente pur di trarre in salvo il membro più indifeso del gruppo.

I contorni della vicenda sono già noti, così come evidenziato in un precedente aggiornamento. Nel corso del weekend, alcuni passanti hanno notato un gruppo agitato di elefanti nei pressi di una strada limitrofa alla cascata Haew Narok, all’interno nel parco nazionale Khao Yai. Chiamate immediatamente le autorità, le guardie del parco hanno lavorato per ore allo scopo di mettere in salvo due pachidermi in difficoltà nelle acque, per poi scoprire la triste verità: ben cinque esemplari si trovavano ormai senza vita sotto la cascata.

Dalle prime ricostruzioni, pare che un cucciolo sia caduto dalla cascata e altri cinque adulti l’abbiano seguito, nel tentativo di trarlo in salvo. Un istinto naturale per gli elefanti, i quali vivono in branchi molto coesi, dove la protezione dei membri più indifesi è centrale nelle attività quotidiane.

A seguito di una perlustrazione effettuata con un drone, le autorità sono state in grado di identificare altri cinque elefanti adulti morti nei pressi della cascata, portando così a 11 il triste conteggio delle vittime. Non è il primo incidente di questo tipo che si verifica in zona, tuttavia si tratta di certo del più drammatico.

Così come già accennato ieri, il Ministero dell’Ambiente locale ha promesso la pronta costruzione di speciali barriere affinché la fauna selvatica non possa cadere inavvertitamente dalla cascata o nel fiume, già molto pericoloso non solo per l’altezza ma anche per la forza sostenuta dalla corrente.

Fonte: Washington Post

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La nascita in diretta di un elefantino!