Sacchi neri per la spazzatura proibiti a Milano dal 15 maggio

Sacchi neri per la spazzatura proibiti a Milano dal 15 maggio

Giro di vite sui rifiuti indifferenziati a Milano: dal 15 maggio dovranno essere conferiti solo nel sacco trasparente.

A Milano è in arrivo la tolleranza zero sugli errori di conferimento dei rifiuti. La novità, che sarà introdotta in città il 15 maggio, riguarda la parte indifferenziata dei rifiuti: sarà vietato il sacco nero e sarà possibile utilizzare solo un sacco trasparente.

Il motivo è semplice: con il sacco nero non si può vedere esattamente quali rifiuti finiscono nell’indifferenziata. Almeno non prima di aprirlo. Eventuali errori di conferimento sono così molto difficili da individuare per gli operatori dell’AMSA, l’azienda del gruppo A2A che gestisce la raccolta differenziata dei rifiuti a Milano incaricata anche di fare le multe a chi sbaglia nel dividere la sua immondizia.

Il sindaco milanese Giuliano Pisapia ha anche predisposto nuove sanzioni per chi non usa il sacco trasparente ma continua a usare quello nero. Dal 15 maggio in poi, quindi, i cittadini di Milano dovranno essere ancora più attenti e precisi quando separano i rifiuti per evitare le multe.

C’è da dire, però, che hanno avuto tre mesi per allenarsi a dovere, visto che la data del 15 maggio è prevista da un’ordinanza del sindaco di febbraio, alla quale era seguita una campagna di comunicazione che adesso verrà estesa anche alle prossime settimane.

L’unico vero dubbio di questa ordinanza riguarda la privacy che, con il sacco trasparente, è decisamente compromessa.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Forum Rifiuti 2015: intervista a Michele Zilla, Cobat