Rossetti labbra: guida alla scelta e perché usarli

Rossetti labbra: guida alla scelta e perché usarli

Fonte immagine: Istock

Il rossetto è il vero re del beauty case, permette di cambiare completamente il make-up e va scelto facendo molta attenzione a stile e incarnato.

In cima alla piramide di un buon make-up c’è sicuramente il rossetto: è il re del beauty case e può trasformare un trucco fallimentare in perfetto e viceversa; ecco perché è importantissimo fare la scelta giusta. Il primo passo è resistere alla tentazione di rossetti troppo economici per essere (letteralmente!) veri, e procedere con tranquillità e cautela (ci sono tantissimi finti bio in circolazione) alla scelta di quello perfetto per il nostro incarnato e i nostri valori. Può sembrare un processo lunghissimo ma tanti studi hanno dimostrato che il rossetto giusto influisce anche sull’umore e allora al via la ricerca… con alcune indicazioni!

Rossetti labbra: scegliere quello giusto

Rossetti labbra: scegliere quello giusto
Fonte: Istock

Tutto sta nel capire che tipo di pelle abbiamo: pelle chiara, media o scura. Analizziamola alla luce del sole prestando attenzione attenzione alla zona mandibolare (la pelle chiara si abbronza con difficoltà e si scotta con facilità), una pelle mediasi abbronza facilmente, senza scottarsi e tende a diventare dorata. Non presenta una particolare sensibilità. Una pelle scura è particolarmente colorita anche in inverno, in assenza di sole. Non si scotta mai e solitamente si abbina con un colore di capelli scuro, anche se esistono delle eccezioni. Proseguire nella scelta del rossetto ora sarà più semplice: la pelle chiara cerca un rossetto color carne, una nuance dalle tinte leggere. Per una pelle media serve un inciso più forte come il malva e il bordeaux. Queste tinte, insieme al mirtillo, sono perfette soprattutto se avete il sottotono freddo. Per la pelle medio scura di gran moda gli aranciati ma anche i rossetti scuri come il bordeaux, il burgundy, il prugna e il marrone. Meglio le sfumature del bordeaux e del vinaccia se avete un sottotono freddo, mentre i toni del marrone, il bronze e il rame se avete un sottotono caldo.

Il rossetto rosso: guida alla scelta

E ora l’annosa domanda: il rosso? Nel suo complesso andrebbe bene per ogni tipo di incarnato, la differenza la fa la sfumatura e per sapere quella adatta a voi l’unico modo è provarle tutte. Il rossetto rosso è un accessorio necessario da avere nel proprio beauty non solo perché si adatta ad ogni situazione ma anche perché è un potente simbolo femminista; basti ricordare che, Elizabeth Arden aveva fornito le suffragette di rossetti rossi, nell’iconico colore Red Door, per partecipare alla marcia di protesta femminista del 1912 sulla Fifth Avenue. Valorizza la nostra determinazione e la nostra femminilità, ci fa sentire più sicure sul lavoro e più sexy nei momenti di libertà.

Naturalmente è importante scegliere un rossetto composto da ingredienti clinicamente testati, che contengano componenti come il balsamo, in modo che possa dare alle labbra morbidezza e idratazione. In quest’ultimo caso è sempre indicato scegliere un lucida labbra che si può applicare anche sul rossetto, per dare una lucentezza extra perfetta. Infine un ultima regola valida in qualsiasi momento: non si può indossare un rossetto colorato se prima non si ha uniformato il colore della pelle con un correttore o un fondotinta. Il make-up è un lavoro di squadra… cercate di non dimenticarvelo mai!

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Scrub mani e corpo fai da te