Robotaxi: Tesla pensa a un servizio di ride-sharing a guida autonoma

Robotaxi: Tesla pensa a un servizio di ride-sharing a guida autonoma

Fonte immagine: Free-Photos via Pixabay

Robotaxi è un servizio di ride-sharing basato su auto a guida autonoma che Tesla conta di lanciare il prossimo anno.

Tesla ha intenzione di lanciare il prossimo anno un servizio di ride-sharing chiamato Robotaxi. Trattasi di un servizio che sulla carta può assomigliare a quello offerto da Uber o da Lyft, ma con una profonda differenza e cioè che sarà basato su auto completamente autonome. Chiunque possegga una Tesla potrà scegliere di condividere la propria auto per questo scopo, ma la società di Elon Musk fornirà direttamente una flotta di autovetture per le aree in cui potrebbero non esserci abbastanza clienti intenzionati a condividere le proprie Tesla.

In realtà non tutte le auto elettriche americane potranno essere utilizzate per Robotaxi, solo quelle che saranno dotate del nuovo chip Full Self-Driving (FSD) che garantisce la possibilità di poter gestire funzionalità di guida autonoma avanzate. Chip che è attualmente inserito in tutte le nuove Tesla Model S, Model X e Model 3.

Quello che davvero manca è il software, ma anche in questo caso Tesla è fiduciosa. Elon Musk ha fatto sapere che si aspetta di finalizzare un software in grado di poter gestire tutti gli scenari di guida autonoma entro il prossimo anno. Tra un anno, secondo il CEO di Tesla, sulle strade ci potrebbero essere oltre 1 milione di Robotaxi.

Tuttavia la disponibilità del servizio varierà da Paese a Paese in base alle diverse normative che saranno approvate in materia di trasporti con autovetture a guida autonoma. Fulcro del servizio l’applicazione di Tesla che sarà aggiornata per poter utilizzare il servizio Robotaxi. I clienti Tesla, attraverso l’app, potranno non solo condividere la loro auto ma anche prenotare una corsa.

La società di Musk adotterà un modello commerciale simile a quello di Uber o di Lyft, trattenendo una percentuale sulle corse compresa tra il 25% ed il 30%. Le dichiarazioni di Elon Musk vanno comunque prese con le pinze. Musk è famoso per essere sempre molto ottimista quando fissa una timeline. Sarà quindi molto interessante scoprire se davvero il prossimo anno le Tesla potranno essere trasformate in taxi a guida autonoma.

Se davvero Elon Musk riuscirà nel suo intento entro la fine del 2020 le strade americane potrebbero riempirsi di taxi in grado di portare in completa autonomia in giro le persone. Robotaxi potrebbe rivelarsi un’interessante fonte di reddito per le persone. Tesla stima che il servizio potrebbe rendere anche sino a 30 mila dollari lordi all’anno.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Tesla Model S vista da vicino allo Smart Energy Expo