• GreenStyle
  • Energia
  • Risparmio energetico: alcuni consigli per ridurre i consumi in casa

Risparmio energetico: alcuni consigli per ridurre i consumi in casa

Risparmio energetico: alcuni consigli per ridurre i consumi in casa

Risparmiare energia in casa può essere molto importante in un periodo di smart working e di lunga permanenza domestica: alcuni consigli utili.

Le normative introdotte in Italia per il contenimento del Coronavirus hanno portato molti lavoratori a cimentarsi con lo smart working o col lavoro da remoto. Se da un lato i benefici per la sicurezza pubblica sono evidenti, dall’altro rischiano di passare inosservati alcuni punti critici come il possibile incremento dei consumi e delle relative spese economiche.

Per cercare di contenere sia i consumi che le spese economiche collegate è possibile mettere in pratica alcuni consigli per il risparmio energetico in casa. Di seguito alcune indicazioni fornite da Italtherm, società ai vertici in Italia per quanto riguarda la produzione di impianti di riscaldamento e raffrescamento. Ecco gli 7 punti di questa mini guida all’efficienza energetica domestica.

Come risparmiare sull’accensione delle luci

Evitare di accendere le luci quando non chiaramente necessario, laddove possibili utilizzare la luce esterna, e utilizzare lampadine LED sono due modi per risparmiare energia in caso, con la possibilità di ridurre i consumi per l’illuminazione fino al 50% (rispetto alle lampadine a incandescenza).

Computer in standby

Utile in caso di assenza dalla tastiera limitata a pochi minuti, in caso di assenza prolungata (oltre un’ora) può portare a consumi importanti e che possono essere evitati. Da ricordare inoltre che lo screensaver ha ormai soltanto una funzione decorativa, ma che causa un incremento di consumo sensibile rispetto al semplice standby.

Alcuni consigli di risparmio energetico del computer:

  • Mettere in stop i dischi rigidi quando non utilizzati
  • Spegnere lo schermo dopo un tot di minuti di inutilizzo
  • Far adattare automaticamente la luminosità dello schermo a quella della stanza in cui si lavora

Domotica

Il terzo punto è un consiglio legato alle nuove tecnologie per il controllo delle apparecchiature elettroniche di casa. Grazie al controllo da remoto e alla possibilità di impostare dei timer si potranno limitare i consumi a quando strettamente necessario. Applicazione come Italtherm NetAPP permettono inoltre di controllare da smartphone anche l’impianto di riscaldamento e la temperatura dentro casa, come anche la gestione dell’acqua calda sanitaria.

Caldaia efficiente

Affidarsi a una caldaia efficiente è un altro modo di risparmiare energia in casa, soprattutto installando una caldaia a condensazione, che oltre su un alto rendimento energetico può contare anche sul recupero del calore dei fumi prodotti dalla combustione.

Arieggiare la casa

Far cambiare l’aria in casa è importante, sia per ridurre il rischio di malattie che per ridurre i livelli di inquinamento atmosferico domestico. Tuttavia Italtherm ricorda che sono sufficienti pochi minuti per ottenere i benefici ricercati, mentre un’apertura prolungata può portare a dispersione del calore e quindi a maggiori consumi.

Riscaldamento: come risparmiare

A differenza di quanto messo in atto da alcuni impianti, il riscaldamento domestico dovrebbe essere limitato alle sole stanze utilizzate. Evitando di riscaldare stanze inutilizzate per gran parte della giornata si otterrà un apprezzabile risparmio energetico ed economico.

Risparmio idrico in doccia

Accorciare il tempo di durata della doccia permette un duplice risparmio, sia in termini di ridotta accensione della caldaia (sempre accesa durante l’erogazione dell’acqua calda) che di minore utilizzo d’acqua.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Smart Energy Expo 2015: intervista a Marisa Martano, Edison Energy Solutions