Riso in cambio di plastica: l’iniziativa nelle Filippine

Riso in cambio di plastica: l’iniziativa nelle Filippine

Riso in cambio di plastica nelle Filippine, con il duplice obiettivo di combattere l'inquinamento da plastica e di sfamare chi ha più bisogno.

Un chilo di riso in cambio di un pari quantitativo di plastica. L’iniziativa è stata lanciata da alcune comunità locali delle Filippine, stufe del crescente problema rappresentato dai rifiuti in materiali plastici. Un mare, quello filippino, tra i più inquinanti dopo quelli di Cina e Indonesia (dati 2015, Fondazione McKinsey).

Un’iniziativa che contribuirà da un lato a contrastare l’inquinamento dei mari dalla plastica, mentre dall’altro aiuterà chi ha più bisogno di cibo a ottenere i mezzi minimi di sussitenza. Tra i campanelli d’allarme che hanno fatto scattare la campagna il ritrovamento a marzo, nel mar delle Filippine, di una balena morta con all’interno dello stomaco circa 40 chilogrammi di rifiuti plastici.

Iniziative analoghe sono state messe in campo anche in Italia per proteggere i mari e le spiagge nostrane dall’inquinamento. Tra queste anche la campagna che quest’estate (dal 12 al 18 agosto) ha coinvolto alcune aree della Sardegna, dove raccogliendo un secchiello di plastica lungo il litorale è stato possibile ottenere una coppetta gelato con tre gusti.

Sempre nel Bel Paese, area del Cilento, dove alcuni locali hanno servito caffè gratuiti a coloro che si presentavano presso gli esercizi aderenti all’iniziativa con una busta di rifiuti raccolti in spiaggia. Un bicchiere di birra in cambio di uno pieno di mozziconi di sigaretta, questo lo scambio per l’ambiente messo in atto durante Fermento (Festival delle birre artigianali laziali – dal 25 al 28 luglio, Castello di Santa Severa).

Iniziative anti-plastica anche a Roma, dove è tutt’ora attivo il programma che vede bonus in termini di acquisto di biglietti Atac per chi consegnerà bottiglie e bottigliette PET presso i macchinari situati all’interno delle stazioni della Metro A (Cipro), B (Piramide) e C (San Giovanni). Ogni contenitori consentirà di accumulare un bonus di 5 centesimi: quanto messo da parte potrà essere utilizzato per un acquisto scontato (o integrale) di tagliandi a minuti o giornalieri (da 24 a 72 ore di durata) o dell’abbonamento mensile.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente