• GreenStyle
  • Salute
  • Rischio disidratazione anche d’inverno: consigli utili per combatterla

Rischio disidratazione anche d’inverno: consigli utili per combatterla

Rischio disidratazione anche d’inverno: consigli utili per combatterla

La disidratazione è un fenomeno che può verificarsi con facilità anche nei mesi invernali, ecco perché e come evitarlo.

La disidratazione è un fenomeno che spesso viene associato soltanto al periodo estivo. Tuttavia si tratta di uno stato fisico che può incorrere anche durante le fredde giornate invernali, anzi proprio in questi casi è facile che il problema venga sottostimato e possano aprirsi le porte a diversi malesseri. A conferma dei possibili rischi è intervenuta in questi giorni anche la dott.ssa Elisabetta Bernardi, specialista in Scienza dell’Alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino.

Secondo l’esperta sono diversi i fattori in grado di portare a fenomeni di disidratazione. Tra questi anche la maggiore diuresi a cui si va incontro a causa delle rigide temperature invernali, a cui si accompagna di solito anche un ridotto senso della sete. Esistono però anche altri possibili elementi in grado di incrementare il pericolo, legati in alcuni casi alla sudorazione.

Durante il periodo invernale il maggior impegno richiesto nella gestione dell’organismo e della respirazione può portare, spiega la dott.ssa Bernardi, a una maggiore sudorazione; effetto prodotto anche dal trovarsi in ambienti climatizzati con un eccessivo carico di abbigliamento. A causa delle fredde temperature il sudore tende a evaporare in fretta, col rischio di non essere “avvertito” e quindi compensato con un adeguato reintegro di liquidi (portando quindi a disidratazione).

La soluzione più pratica è quella di non aspettare di avere sete per bere, ma di farlo in maniera regolare durante la giornata. In questo modo si potranno evitare diversi sintomi, conclude l’esperta, quali:

Secchezza della bocca, sonnolenza, affaticamento, mal di testa, stitichezza, vertigini, che nella forma più grave diventano estrema sete, forte sonnolenza nei neonati e nei bambini, irritabilità e confusione negli adulti, occhi infossati e una sensazione di svenimento quando ci si alza velocemente.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi insoliti del limone