• GreenStyle
  • Energia
  • Rinnovabili, per Goldman Sachs sono uno dei mercati più attraenti

Rinnovabili, per Goldman Sachs sono uno dei mercati più attraenti

Rinnovabili, per Goldman Sachs sono uno dei mercati più attraenti

Il colosso bancario americano Goldman Sachs annuncia di aver già previsto investimenti nelle rinnovabili per 40 miliardi di dollari.

Il settore delle fonti rinnovabili è uno dei più attraenti dal punto di vista finanziario. A dichiararlo è il colosso bancario Goldman Sachs, che ha stimato in 40 miliardi di dollari l’ammontare complessivo dei propri investimenti già avviati o programmati nel comparto dell’energia pulita.

Non è la prima volta che una banca indica le rinnovabili come un mercato particolarmente interessante, ma nessun altro, finora, aveva dichiarato espressamente l’entità dei propri investimenti nel settore.

Ha spiegato Stuart Bernstein, che dirige il gruppo di investimenti nelle tecnologie pulite di Goldman Sachs:

Goldman Sachs ritiene questo mercato incredibilmente avvincente, in un momento di grande trasformazione. (Il settore delle rinnovabili) sarà sempre più importante dal punto di vista sociale, e sarà un buon affare per noi e per i nostri clienti.

Di qui la decisione, da parte del colosso finanziario, di investire 1,5 miliardi dollari nella danese Dong Energy, specializzata nell’energia eolica offshore. Goldman Sachs ha avviato anche un investimento importante nella BrightSource Energy, che sta portando avanti il progetto solare più grande del mondo (Ivanpah).

In Giappone, invece, Goldman Sachs ha fondato un nuovo produttore di energia indipendente chiamato Japan Renewable Energy (JRE), per sviluppare, realizzare e gestire progetti di energia solare, eolica e altre tecnologie rinnovabili. Altri 3,4 miliardi dollari sono stati investiti nella quota di maggioranza in un’azienda indiana dell’eolico chiamata Rinnova Wind Power, che prevede di costruire 1 GW di impianti entro i prossimi due anni.

La cifra di 40 miliardi di dollari di investimenti totali è stata fissata considerando che i costi delle rinnovabili continueranno a diminuire mentre l’efficienza migliorerà, che il solare e l’ eolico raggiungeranno, in un futuro non troppo lontano, la grid parity senza incentivi e che anche i problemi legato all’accumulo energetico saranno presto risolti in modo definitivo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia