• GreenStyle
  • Energia
  • Rinnovabili, Irex 2015: all’estero 88% investimenti aziende italiane

Rinnovabili, Irex 2015: all’estero 88% investimenti aziende italiane

Rinnovabili, Irex 2015: all’estero 88% investimenti aziende italiane

Diffusi i dati dell'ultimo rapporto Irex di Althesys: le aziende italiane investono sulle rinnovabili, ma perlopiù all'estero.

Le aziende italiane investono nelle rinnovabili, ma preferiscono farlo all’estero. Questo il quadro tracciato dal Rapporto Irex 2015 “Strategie aziendali, competizione globale e politiche nazionali nel settore italiano delle rinnovabili”, redatto dagli economisti di Althesys, secondo il quale l’88% della potenza totale installata dalle imprese nostrane avrebbe riguardato impianti realizzati al di fuori dei confini nazionali.

Riguardo gli investimenti sulle energie rinnovabili delle aziende italiane circa 2,5 miliardi di euro sarebbero finiti all’estero nel 2014. Come si legge nel rapporto:

Nell’ultimo anno si sono registrate 205 operazioni per un valore di circa sette miliardi di euro e 4.736 megawatt di potenza, in calo rispettivamente del 10 e 19% rispetto al 2013. La crescita delle imprese italiane è avvenuta soprattutto all’estero, con circa 2,5 miliardi di investimenti, in prevalenza nell’eolico.

Imprese italiane interessate all’eolico evidenziato anche dai numeri relativi alla potenza installata, che ammonta a 1.024 megawatt, malgrado rispetto al 2013 sia stato registrato un calo del 36% degli investimenti. È però il fotovoltaico a vantare il maggior numero di operazioni registrate nel 2014, per un totale di 551 megawatt, malgrado soltanto il 5% di tale cifra abbia interessato il territorio nazionale. Soltanto 39 i megawatt da biomasse, in questo caso tutti installati in Italia.

Il settore rinnovabili in Italia ha evidenziato infine importanti conferme per quanto riguarda il suo contributo alla riduzione del prezzo all’ingrosso dell’elettricità, soprattutto per quanto concerne il comparto fotovoltaico. Secondo quanto ha affermato Alessandro Marangoni, amministratore delegato di Althesys:

Nonostante queste difficoltà i benefici prodotti dalle rinnovabili nel nostro Paese restano consistenti. Grazie al fotovoltaico la riduzione del Pun, il prezzo medio di acquisto sulla Borsa elettrica, nel 2014 è stata tra 5,8 e 24 euro per megawattora, con un beneficio complessivo stimato in 896 milioni di euro. Il sistema elettrico italiano risulta adeguato anche nel medio termine con la crescita delle rinnovabili.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia