Rinnovabili: India punta a 450 GW entro il 2030

Rinnovabili: India punta a 450 GW entro il 2030

L'India punta verso quota 450 GW di energie rinnovabili entro il 2030, le dichiarazioni del presidente indiano Kovind.

L’India continua a puntare sulle energie rinnovabili. Sia per modificare in maniera più sostenibile il proprio mix energetico che per limitare le emissioni nocive in atmosfera, che pesano inoltre anche sulla scarsa qualità dell’aria in diverse città indiane, il governo di Nuova Delhi ha confermato il proprio obiettivo di 450 GW da fonti verdi entro il 2030.

Un target confermato nonostante l’India si trovi attualmente in difficoltà nel centrare gli obiettivi al 2022. Gli obiettivi attuali prevederebbero 225 GW di energie rinnovabili (100 dal solare, 60 dall’eolico e 50 dal grande idroelettrico), mentre attualmente sono stati raggiunti appena 86 GW. Secondo quanto ha dichiarato il presidente indiano Ram Nath Kovind:

L’India ha intrapreso un ambizioso obiettivo di avere 450 GW di energia rinnovabile entro il 2030 e fornire anche 1,7 milioni di pompe solari nell’ambito del relativo schema di supporto Pradhan Mantri-Kusum Yojana.

Di recente ha fatto scalpore anche l’invito del governo indiano a combattere il Coronavirus con l’omeopatia. A diffondere le indicazioni il Ministero dell’AYUSH (Ayurveda, Yoga e Naturopatia, Unani, Siddha, Sowa Rigpa e Omeopatia), che ha consigliato l’impiego di Arsenicum album 30 (a base di triossido di arsenico diluito) come soluzione per prevenire il contagio.

Fonte: Qualenergia

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia