Rimedi naturali per le afte in bocca (stomatiti)

Rimedi naturali per le afte in bocca (stomatiti)

Curare le afte con rimedi naturali e risolvere questo fastidioso problema senza farmaci.

Afte? curatele con i rimedi naturali! Le afte (dette anche stomatiti) sono un doloroso problema che colpisce comunemente individui di varie fasce d’età. Si presentano solitamente su labbra e sulla mucosa delle guance, ma possono colpire anche la lingua. Le cause scatenanti sono spesso associate a periodi di abbassamento delle difese immunitarie, carenze vitaminiche, squilibri intestinali, fattori ormonali o anche come conseguenza di eventi traumatici o interventi odontoiatrici. Anche in questo caso, qualora si voglia evitare il ricorso obbligatorio ai farmaci, si può intervenire impiegando sulle afte in bocca rimedi della nonna.

Rimedi afte: l’aloe vera

Le afte impiegano solitamente tra i 10 e i 15 giorni per scomparire naturalmente, ma possono essere aiutate con dei rimedi naturali ad accelerare il processo curativo e riparatorio. Le molte proprietà dell’aloe vera sono d’aiuto anche per contrastare il dolore causato da queste piccole ulcere e proteggere la parete delle guance. Il gel all’interno delle sue foglie deve essere applicato direttamente sulla lesione, come già visto in occasione delle scottature, delle punture di zanzare e dell’acne.

Liquirizia come rimedio veloce

Un altro metodo indicato per il trattamento delle afte con la liquirizia, possibile anche masticandone le caramelle. Il succo di questa radice accelererà i tempi di scomparsa della lesione riducendo la durata del fastidio a soli 3-4 giorni.

Contrastare le stomatiti con i fermenti lattici

Utile in questo senso anche il consumo di fermenti lattici vivi, che regolarizzano l’equilibrio intestinale e aiuta a contrastare un eventuale abbassamento delle difese immunitarie.

Afte: i rimedi a base di vitamina C

Importante è anche l’assunzione di vitamina C, presente come ampiamente noto nelle arance e in quantità anche maggiori nell’uva, nel ribes, nei peperoni, nei broccoli, nella rucola e negli spinaci. Per calmare il bruciore e aiutare la riduzione dell’afta si può anche ricorrere alla propoli, ricca anch’essa di questa preziosa vitamina.

Sale e aglio: rimedi della nonna contro le afte

Ridurrà la durata della lesione anche applicare una punta di sale sulla parte lesa e tenerla per un paio di minuti premuta con la punta del dito anche se, al contrario di quanto detto per la propoli, potrebbe generare un aumento del bruciore. Un’altra possibilità consiste nello strofinare uno spicchio di aglio fresco sull’afta per alcuni secondi, sfruttandone così le proprietà antivirali.

Come curare le afte con tè, tisane e oli essenziali

È inoltre possibile unire l’utile al dilettevole ricorrendo al tè nero come rimedio naturale per queste lesioni. Bollire come di norma l’acqua e mettere la bustina in infusione, una volta pronto tenere poggiato il sacchetto sulla parte da trattare per alcuni minuti. Per chi vuole è a quel punto possibile anche gustare la bevanda aggiungendo a piacere miele e limone, le cui proprietà daranno un’ulteriore spinta al processo di guarigione.

Altri rimedi possibili sono la malva, disponibile sia come tisana che usata per effettuare dei gargarismi, l’amamelide, il rabarbaro e la salvia, quest’ultima disponibile in gocce e come la malva in tisana e gargarismi. Ultimo, ma non meno efficace come rimedio naturale, è l’utilizzo del tea tree oil (olio di melaleuca) che può essere applicato direttamente sull’afta, utilizzando del cotone idrofilo o un cotton fioc per aumentare la precisione nell’applicazione.

Invitiamo infine a prestare particolare attenzione ad alcuni dei rimedi consigliati, primo fra tutti la liquirizia, che potrebbe causare spiacevoli effetti indesiderati in persone affette da ipertensione. Contattare in caso di dubbio il proprio medico curante, specialmente in presenza di febbre e malesseri diffusi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi insoliti del limone