Riforestare la Terra per cancellare 10 anni di emissioni di CO2

Riforestare la Terra per cancellare 10 anni di emissioni di CO2

Fonte immagine: Unsplash

Il giovane ambientalista e ricercatore Thomas Crowther propone di piantare milioni di miliardi di alberi per cancellare gli ultimi 10 anni di emissioni.

Piantare 1,2 triliardi di alberi per cancellare l’inquinamento da CO2. Questa è la soluzione proposta dal giovane ricercatore ed ecologista Thomas Crowther, del Global Ecosystem Ecology dell’ETH Zürich, la cui tesi propone di riforestare con miliardi di esemplari foreste, parchi e aree verdi abbandonate in tutto il mondo. L’operazione, secondo il suo studio, potrebbe compensare 100 gigatonellate di anidride carbonica cancellando così circa 10 anni di emissioni.

Come spiega Thomas Crowther in un’intervista pubblicata sull’Indipendent, la soluzione da lui proposta potrebbe essere l’unico elemento veramente utile per combattere il cambiamento climatico la riforestazione di 1,2 milioni di miliardi di alberi avrebbe un impatto superiore a qualche altra misura progettata per combattere il fenomeno. La soluzione porterebbe una soluzione positiva di gran lunga superiore all’istallazione di turbine eoliche o alla costruzione di impianti fotovoltaici.

Il progetto di Crowther potrebbe trovare un importante partner nelle Nazioni Unite, presso il quale ha ricoperto in precedenza il ruolo di consulente: da qualche anno l’ONU sta portando avanti il progetto Billion Tree Campaign, che ha portato finora alla piatumazione di 17 miliardi di alberi.

Il ricercatore è inoltre autore di interessanti studi come quello del 2015, dove ha stimato il numero complessivo degli alberi sul Pianeta in circa 3 milioni di miliardi e che il 46% di questo sarebbe scomparso con la civilizzazione dell’uomo. Il professor Crowther ha spiegato così il suo approccio olistico ai mutamenti climatici:

Non stiamo mirando aree urbane o rurali, ma solo quelle degradate o abbandonate. Così possiamo affrontare due delle maggiori sfide del nostro tempo: il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità. Riforestare potrebbe essere il nostro strumento migliore per combattere il climate change.

È una cosa bellissima perché coinvolge chiunque. Piantare alberi, letteralmente, rende le persone più felici nei contesti urbani, migliora la qualità dell’aria, quella dell’acqua, del cibo, l’ecosistema: è un qualcosa di tanto semplice quanto tangibile.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Bollino etico, la prima passata di pomodoro certificata No Cap