• GreenStyle
  • Consumi
  • Riciclo plastica: il 40% della differenziata finisce in discarica

Riciclo plastica: il 40% della differenziata finisce in discarica

Riciclo plastica: il 40% della differenziata finisce in discarica

Fonte immagine: iStock

Il 40% dei rifiuti che vengono messi nel cassonetto della plastica non può essere riutilizzato e finisce nelle discariche, i dati Corepla.

Il 40% della raccolta differenziata non viene riciclata. Il motivo? Non tutta la plastica che viene raccolta dei rifiuti differenziata può essere riciclata. Una parte considerevole di quanto mettiamo nel cassonetto non può essere riutilizzata e finisce nelle discariche o nei termovalorizzatori.

Anche quello che viene riciclato serve per oggetti diversi e meno pregiati di quelli originali. L’ambientalista Ermete Realacci sottolinea come l’Italia sia al vertice dei Paesi più riciloni d’Europa con il 79% della plastica. a pari merito della Germania:

Merito della nostra tradizione di Paese povero di risorse. Da noi da secoli si riciclano gli stracci per fare carta o i rottami per fare oggetti in ferro.

Il Corepla, il consorzio nazionale per la raccolta degli imballaggi in plastica, nel suo bilancio annuale ha annunciato che nel 2017 si è avviato al riciclo solo il 41% degli imballaggi raccolti. Il resto è finito nei termovalorizzatori (39%) e in discarica (20%). Solo il 60% dei rifiuti conferiti nel cassonetto della plastica, vengono utilizzati per creare nuovi oggetti.

Dalla plastica attraverso un corretto riciclo vengono realizzati oggi diversi prodotti rimessi poi nel mercato. Un esempio, ricorda Corepla, sono alcuni componenti degli scooter, ma anche occhiali, lampade, cassette per gli ortaggi, panchine che vengono utilizzate nei parchi, vestiti, sedie, vasi, shopper e altro. Per dare un’idea: con solo 20 bottiglie in plastica conferita nell’apposita campana è possibile realizzare il tessuto di una trapunta.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dieci anni di Ecodom: intervista a Marco Gisotti