• GreenStyle
  • Consumi
  • Plastica PET e alluminio: a Roma arrivano i coupon per chi li ricicla

Plastica PET e alluminio: a Roma arrivano i coupon per chi li ricicla

Plastica PET e alluminio: a Roma arrivano i coupon per chi li ricicla

Plasturgica porta a Roma il riciclo di plastica PET e alluminio con un sistema di sconti e coupon per i cittadini virtuosi. Ecco come funziona.

Recuperare bottiglie PET e alluminio a Roma può convenire un po’ di più. Approda nella Capitale l’iniziativa della Plasturgica, azienda svizzera per la conversione di materiali plastici tramite il processo di “Upcycling”, per la promozione di un sistema di buoni sconto in modalità coupon.

Il sistema di riciclo Upcycling si differenzia dal normale processo di riciclaggio dei materiali, che passa per la distruzione del prodotto attuale per ricavarne la materia da cui ripartire nella produzione di un nuovo bene. Il sistema adottato dai propri compattatori prevede, spiega Plasturgica, il recupero del prodotto per la sua conversione in un bene di qualità superiore.

Questo sistema di riciclo dei materiali può avere risvolti positivi per i consumatori, non soltanto in termini di miglioramento del proprio ambiente. Depositando le proprie bottiglie PET o delle lattine in alluminio in uno dei compattatori indicati sarà possibile a Roma ricevere in cambio un buono sconto sotto forma di coupon, da spendere in uno degli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa.

Ogni coupon potrà essere utilizzato subito o entro un limite riportato sopra lo stesso tagliando, che conterrà tutte le indicazioni utili al consumatore per usufruire dell’offerta. Ogni sconto potrà inoltre essere ceduto e utilizzato da un’altra persona.

I compattatori hanno le dimensioni di un normale armadio da camera e il primo apparecchio è già stato installato a Roma in piazza Capri, zona Talenti/Montesacro – Municipio II. Plasturgica indica infine che saranno 100 le installazioni totali previste entro il 2014, una sperimentazione che punta a ripetere il positivo riscontro ottenuto in Brianza e che sta per essere lanciata anche in altre grandi città italiane come Firenze, Napoli, Venezia, Torino, Bari e Messina.

Novità interessanti arrivano però anche per gli esercizi commerciali che decideranno di affiliarsi al sistema, con la possibilità di installare uno dei compattatori presso il loro negozio ricevendo in cambio uno sgravio sul pagamento della TARES, la nuova imposta sui rifiuti solidi urbani. Sul sito

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dieci anni di Ecodom: intervista a Marco Gisotti