• GreenStyle
  • Auto
  • Ricarica auto elettriche: Tesla Supercharger V3, 120 Km in 5 minuti

Ricarica auto elettriche: Tesla Supercharger V3, 120 Km in 5 minuti

Ricarica auto elettriche: Tesla Supercharger V3, 120 Km in 5 minuti

Fonte immagine: Tesla

Tesla ha presentato i nuovi Supercharger V3 che permetteranno di ricaricare 120 Km di autonomia in appena 5 minuti.

Tesla ha portato al debutto i Supercharger V3, la terza generazione delle sue colonnine di ricarica ad alta potenza. L’obiettivo della società di Elon Musk è quello di consentire ai possessori delle sue auto elettriche di poter ricaricare velocemente per poter tornare su strada il più rapidamente possibile. I Supercharger nascono non come colonnine da utilizzare quotidianamente al posto di quelle standard, ma come stazioni ad alta potenza per consentire di poter affrontare lunghi viaggi senza ritardi ed ansie da ricarica. I Supercharger V3 alzano l’asticella della potenza portandola a ben 250 kW, sostanzialmente quasi il doppio di prima.

Le Tesla compatibili potranno quindi ricaricare molto più rapidamente e nelle condizioni ottimale potranno in soli 5 minuti guadagnare ben 120 Km di autonomia. Parlare di auto compatibili è importante in quanto all’inizio solo le ultime Model 3 potranno sfruttare al massimo tutta la potenza dei Supercharger V3 e comunque solo a seguito di un aggiornamento software.

Anche le Model S e le Model X potranno in qualche modo beneficiare della maggiore potenza dei Supercharger V3. Tesla ha comunicato che attraverso una serie di aggiornamenti software aumenterà progressivamente la velocità di ricarica di queste autovetture, anche se non ha chiarito sino a che livello.

Parlando sempre di aggiornamenti software, per fare in modo che le sue auto elettriche siano in grado di caricare sempre al meglio delle possibilità, Tesla introdurrà una nuova funzionalità chiamata On-Route Warmup. Una volta abilitata questa funzione porterà la batteria alla temperatura ottimale per caricare alla massima velocità possibile. Già da sola, secondo la società di Elon Musk, questa funzionalità dovrebbe permettere di ridurre i tempi di ricarica addirittura del 25%.

I nuovi Supercharger V3 saranno gestiti da una cabina da 1 megawatt. In questo modo ogni auto potrà disporre sempre della massima potenza di picco e non dovrà condividerla con nessun’altra autovettura in ricarica.

I primi Supercharger V3 di Tesla sono stati collocati in via sperimentale presso la Bay Arena di San Francisco e saranno utilizzabili inizialmente dagli iscritti all’Early Access Program negli Stati Uniti. Successivamente e progressivamente, i nuovi Supercharger saranno implementati in tutte le stazioni di ricarica rapida di Tesla.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Bollino etico, la prima passata di pomodoro certificata No Cap