• GreenStyle
  • Consumi
  • Reebok lancia scarpe sostenibili realizzate con cotone bio e mais

Reebok lancia scarpe sostenibili realizzate con cotone bio e mais

Reebok lancia scarpe sostenibili realizzate con cotone bio e mais

Fonte immagine: Cotton / Shutterstock

Reebok lancia la sua nuova linea di scarpe sostenibili, realizzate con cotone biologico e un derivato del mais.

Ci sono scarpe sostenibili in cotone bio e mais nel futuro di Reebok. Ad annunciarlo la stessa azienda presentando il nuovo progetto “Cotton & Corn”, il cui nome si ispira proprio ai materiali ecosostenibili con cui verrà realizzata un’intera linea di calzature green.

Responsabile del progetto il team Reebok Future, che ha specificato che le nuove Sneaker sostenibili avranno non soltanto una tomaia realizzata in cotone biologico. Per questa iniziativa l’azienda si è avvalsa della collaborazione di DuPont Tate & Lyle BioProducts, che ha messo a punto il propandiolo Susterra®, un materiale “ecologico, privo di agenti tossici o petrolio” derivato dal mais non alimentare e utilizzato per la realizzazione della suola.

Un lancio quello delle nuove scarpe sostenibili che rappresenta solo il primo passo per il progetto “Cotton & Corn“. A sostenerlo è Bill McInnis, a capo del team di Reebok Future:

Il nostro lavoro si concentra sull’intero ciclo di vita del prodotto. Partiamo dai materiali, vogliamo utilizzare solo materie prime che crescono naturalmente e possano essere reintegrate in natura, evitando di utilizzare i derivati del petrolio.

Allo stesso tempo, siamo consapevoli che il consumatore non vuole rinunciare all’aspetto estetico e alla performance della scarpa. Infine, ci preoccupiamo del futuro della scarpa dopo l’uso, cercando di offrire prodotti che possano essere naturalmente compostati dopo l’uso. Ci piace dire che in Reebok ‘coltiviamo scarpe’.

Il nostro obiettivo è creare un’ampia gamma di sneakers bio che alla fine del proprio ciclo di vita possano diventare concime per nuove scarpe, senza spreco di materiali o risorse. L’ambizione è chiudere il cerchio, per andare dalla polvere alla polvere. Il problema principale della filiera di produzione odierna è che quasi tutte le scarpe finiscono in discarica, un trend che vorremmo cambiare.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Alfonso Pecoraro Scanio