• GreenStyle
  • Consumi
  • Reddito di cittadinanza alla greca: 500 euro per vivere in un’isola spopolata

Reddito di cittadinanza alla greca: 500 euro per vivere in un’isola spopolata

Reddito di cittadinanza alla greca: 500 euro per vivere in un’isola spopolata

Un contributo mensile di 500 euro per vivere nell'isola di Anticitera, non è necessario essere cittadini ellenici.

Ci sono luoghi talmente abbandonati, da essere costretti a promettere uno stipendio per continuare ad avere abitanti. È il caso di Anticitera, un’isola greca nel cuore del Mare Egeo, tra il Peloponneso e Creta. Per contrastare lo spopolamento degli ultimi anni, il Comune, in collaborazione con la Diocesi locale, ha previsto un contributo di 500 euro al mese per tutte le famiglie numerose che decidono di trasferirsi nel piccolo centro. Non è necessario essere di nazionalità ellenica, basta avere almeno un nucleo familiare con tre figli e vivere stabilmente nel territorio isolano.

Una misura necessaria, per salvare l’anima di un angolo di mondo che ha visto un calo demografico devastante, passando dai 300 abitanti della fine degli anni settanta, alle pochissime decine di oggi. Causa dell’emigrazione, come sempre, è la fortissima disoccupazione (in media del 18,5% su scala nazionale), oltre che a un settore turistico mai del tutto decollato, a causa della forte concorrenza di Santorini e Mykonos, regine del turismo greco che attraggono tutto il flusso turistico delle isole elleniche. Aspetti che hanno portato a un’emigrazione sistematica dei pochi giovani presenti, alla ricerca di opportunità lavorative e di vita.

L’annuncio, da subito rimbalzato da agenzie e siti locali, ha già portato a una dozzina di richieste, tutte provenienti da nuclei familiari in forte difficoltà economica. Tra queste, una è già stata accolta: è il caso di Dionysis e Despina Andronikos, che hanno deciso di trasferirsi con i loro tre figli. Un evento che è stato celebrato dal Presidente della Repubblica greco, Prokopis Paulopoulos, che ha accolto la famiglia al suo arrivo nella piccola comunità insulare. Una novità che ha già portato alcuni sconvolgimenti, come la riapertura, dopo 24 anni, della scuola elementare per i piccoli Andronikos.

Un avvenimento che ha riacceso le speranze di Andreas Harhalakis, sindaco di Anticitera:

Il mio sogno è rivedere la mia terra com’era 40 anni fa, quando ero bambino. Ad Anticitera vivevano circa 300 persone. La priorità è ricreare una comunità autosufficiente: cerchiamo fornai, muratori, pescatori e allevatori. Solo questi profili possono assicurarsi un giorno di paga decente qui.

Un progetto che ridarebbe vita a una terra dal passato glorioso: qui fu scoperto la famosa Macchina di Anticitera. Creata nel 250 a.C, è considerata una delle prime forme di computer mai esistiti, capace di calcolare ora, susseguirsi di fenomeni naturali e date importanti.

Dalle glorie del passato remoto, alle incertezze di un futuro da recuperare con forza: la storia di Anticitera è tutta qui.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Turismo, nel Sahara in bicicletta