Rapporto Eco-media 2018: presenza notizie ambientali scende al 9%

Rapporto Eco-media 2018: presenza notizie ambientali scende al 9%

Presentato oggi a Roma il Rapporto Eco-Media 2018: cala la presenza dell'ambiente nei maggiori Tg nazionali secondo i dati presentati da Pentapolis Onlus.

Appena il 9% delle notizie passate lo scorso anno nei sette principali TG nazionali di prima serata riguardava le tematiche ambientali. A rivelarlo è il Rapporto Eco-Media 2018, secondo il quale la presenza dell’ambiente tra gli argomenti trattati dai telegiornali è scesa di due punti percentuali. Questo è quanto reso noto durante il 5° Forum nazionale “Ambiente e sviluppo sostenibile tra informazione, economia e politica” svoltosi oggi a Roma.

A promuovere il Rapporto Eco-Media 2018 Pentapolis Onlus, che presentato il proprio resoconto annuale (novembre 2017-ottobre 2018) sulla presenza dell’ambiente nei principali media. Nello specifico il campione analizzato interessa la prima serata dei TG di Rai1, Ra2, Rai3, Rete4, Canale5, Italia1 e La7. Appena 4.650 su 49.455 (il 9% appunto) le news riguardanti le tematiche ambientali, includendo anche quelle di cronaca relative agli effetti dei disastri naturali e degli eventi meteorologici.

In base ai dati raccolti sarebbero stati registrati due picchi nella copertura delle notizie ambientali, uno in inverno e l’altro nel periodo estivo; più regolare la presenza dell’ambiente nel resto dell’anno. La quota maggiore ha riguardato “Evoluzione delle condizioni atmosferiche e Condizioni metereologiche” (41%); a seguire la “Cronaca di Disastri Naturali” (30%), “Temi ambientali” (19%) e “Natura&Animali” (8%).

Dal Rapporto Eco-Media 2018 emerge inoltre come l’ampia maggioranza delle notizie ambientali passate dai media faccia riferimento a vicende avvenute entro i confini italiani. Durante la giornata è stato inoltre consegnato il Premio “Giornalisti per la Sostenibilità” ai seguenti colleghi:

  • Licia Colò (Rai 2) – TV;
  • Roberto Giovannini (La Stampa) – Carta stampata;
  • Roberto Arditti (Formiche.net) – Web;
  • Lucia Schillaci (Radio inBlu) – radio.

Tra i presenti alla giornata anche Massimiliano Pontillo, presidente OSA – Osservatorio Sviluppo Sostenibile e Ambiente nei Media, che ha commentato i dati emersi dal Rapporto Eco-Media 2018:

Per i Tg nazionali l’ambiente non è mai reale protagonista, ma è lo sfondo su cui si raccontano altre notizie di cronaca. Per invertire questa tendenza è nato il Rapporto Eco-Media. L’obiettivo è quello di stimolare la stampa italiana a un diverso approccio nei confronti delle tematiche ambientali, con una conseguente e auspicabile maggiore attenzione da parte del decisore pubblico. Obiettivo sicuramente ambizioso e non sempre facile da raggiungere.

I dati presentati quest’anno mostrano una diminuzione dello spazio dedicato all’ambiente. Nonostante ciò alcuni giornalisti si distinguono, di anno in anno, per la loro attenzione e il loro impegno nella divulgazione green. A questi abbiamo conferito oggi il Premio Pentapolis ‘Giornalisti per la Sostenibilità’. Il nostro auspicio è quello di dedicare sempre più spazio alle tematiche ambientali e di sviluppo sostenibile, approfondendole senza banalizzarle e relegarle alle contingenze atmosferiche e naturali.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

“How green is the Internet?”, il Summit 2013