Ramadan zero plastica a Torino: piatti e stoviglie saranno bio

Ramadan zero plastica a Torino: piatti e stoviglie saranno bio

Fonte immagine: iStock

Svolta sostenibile per il Ramadan a Torino, con l'utilizzo durante le cene di rottura del digiuno di posate e piatti in materiali biodegradabili.

Il Ramadan 2019 a Torino sarà all’insegna della sostenibilità e dello stop alla plastica. La comunità musulmana torinese ha affermato che nelle moschee Taiba e Rayan verranno utilizzati, in occasione della cena di rottura del digiuno, soltanto piatti, bicchieri e posate realizzati con materiali bio e sostenibili.

A renderlo noto Halima Rakiki, Giovani PSM, che ha sottolineato come siano stati proprio i giovani membri della comunità musulmana torinese a chiedere un impegno “Green” in occasione del Ramadan. Come ha dichiarato Rakiki:

Ogni anno venivano utilizzati 46mila bicchieri di plastica monouso, così abbiamo chiesto alla nostra comunità di provare a cambiare questa abitudine e di iniziare ad utilizzare stoviglie biodegradibili.

Stop alla plastica che è stato accolto con entusiasmo dalla comunità nonostante i maggiori costi sostenuti per l’utilizzo di piatti, bicchieri e posate realizzati con materiali biodegradabili. Ad affermarlo Brahim Baya, associazione Islamica delle Alpi:

L’ambiente vale molto di più di questi soldi che abbiamo speso per eliminare la plastica che è uno delle fonti maggiori di inquinamento a livello mondiale.

Alla svolta “Green” appena descritta si affiancherà un’altra iniziativa sostenibile da parte dei giovani musulmani della comunità di Torino. È partita in questi giorni una raccolta fondi, con la quale si punterà a rendere più verde il Parco Dora, dove si celebra da molti anni la preghiera comunitaria che sancisce la fine del Ramadan, attraverso la piantumazione di nuovi alberi.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Maria Cristina Finucci