Radio Maria contro Greta Thunberg: inganna i giovani

Radio Maria contro Greta Thunberg: inganna i giovani

Fonte immagine: Greta Thunberg / Facebook

Radio Maria si unisce agli hater schierati contro Greta Thunberg, ma il post finisce col rivelarsi un pesante autogol: ecco cosa è stato scritto.

Anche Radio Maria contro Greta Thunberg. In maniera forse un po’ inaspettata anche l’emittente radiofonica del Vaticano ha deciso di attaccare la giovane ambientalista ideatrice dei “Fridays For Future”. Dall’emittente un invito rivolto ai giovani, a cui dice di “non lasciarsi ingannare”. Immediata la protesta social contro il post, che ha portato i gestori della pagina a rimuovere l’immagine.

Nel post pubblicato da Radio Maria, e dedicato suo malgrado a Greta Thunberg, gli autori hanno inserito un’immagine della sedicenne tratta dal suo discorso al Summit ONU sul Clima. Sotto lo screenshot il messaggio, rivolto ai giovani, contenente l’attacco all’ambientalista svedese:

Cara Greta, dopo che abbiamo buttato Dio nella pattumiera, vogliamo salvare il pianeta? Dopo che lasciamo sopprimere i feti umani, vogliamo proteggere i cuccioli animali? Dopo che confondiamo i generi, vogliamo salvare la specie? Dopo che aiutiamo gli uomini a morire, vogliamo salvare le foreste? Volto indignato il tuo, o forse manipolato? Giovani, non lasciatevi ingannare.

Diversi i post critici apparsi a commento del post. Non soltanto su Facebook, ma anche attraverso alcuni messaggi su Twitter. Un esempio è il tweet di questa utente:

Non se l’è cavata cancellando il proprio post l’ormai ex allenatore dei Giovanissimi A del Grosseto, licenziato per alcuni insulti sessisti rivolti a Greta tramite un commento su Facebook. Tommaso Casalini ha definito la sedicenne una “tr..” che dovrebbe “andare a battere, l’età l’ha”. Immediata la presa di distanza da parte della squadra di calcio, che ha così motivato l’esonero:

In seguito a quanto apparso sui social, l’Unione Sportiva Grosseto 1912 comunica il licenziamento del vice allenatore dei Giovanissimi A, Tommaso Casalini, per un comportamento non consono alla linea tracciata dalla società che punta sui valori morali prima ancora che sui valori tecnici.

Vista la gravità di quanto affermato dal signor Casalini, la società ha provveduto a sollevare lo stesso dall’incarico con effetto immediato, dissociandosi completamente dalle affermazioni lette su Facebook, riservandosi di procedere per vie legali per tutelare la propria immagine nelle sedi opportune.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Detersivi con scarti alimentari: ecco come realizzarli